"Il giudice e il suo boia" di Friedrich Dürrenmatt

Appunto inviato da triumvirato
/5

Scheda del romanzo di Dürrenmatt "Il giudice e il suo boia" per punti chiave: personaggi, modalità narrative, trama e commento (2 pagine formato doc)

L’autore delinea ogni personaggio quanto basta per dare un’immagine precisa dello stesso.
I personaggi principali sono: Schmied: valido polizziotto esercitante in un commissariato di Berna, ritrovato senza vita nella sua automobile in un piccolo paese nei pressi di Bienne. Può essere definito il protagonista “passivo” del romanzo in quanto la storia ruota attorno al giallo della sua morte. Barlach: commissario esercitante nel medesimo ufficio di Berna cui apparteneva Schmied. Egli si trova a condurre le indagini riguardo all’omicidio del collega. Questo è destinato ad essere il suo ultimo caso, prima della pensione; le sue condizioni di salute sono molto preoccupanti.
Tschanz: collega di Schmied, affianca Barlach nelle indagini riguardo al caso “Schmied”. Personaggio più giovane e più aggressivo nel modo di indagare rispetto al commissario, forse dovuto al tentativo di mascherare la sua colpevolezza. Grassmann: uomo molto ricco, nella cui maestosa residenza, si tenevano incontri di grandi personalità che prendevano accordi di tipo economico al di fuori della legalità. Personaggio molto misterioso, coinvolto in una scommessa giovanile con Barlach: Grassmann era riuscito a uccidere un tale senza lasciare nessun tipo di traccia per essere imputato. Barlach ha cercato di dimostrare la sua colpevolezza durante tutta la sua vita; aveva anche mandato Schmied, come infiltrato, agli incontri che si tenevano a casa di Grassmann. MODALITA’ NARRATIVE: Questo romanzo è costellato da numerose narrazioni, che appaiono protagoniste del racconto stesso. Queste tratti sono molto funzionali al corso della storia e donano inoltre un arricchimento espressivo: il libro presenta infatti una tipologia di scrittura ineccepibile. TRAMA: Il racconto parte dalla morte di Schmied, uno stimato polizziotto che fa esercizio in un commissariato di Berna. Egli viene ritrovato, da un altro polizziotto, senza vita nella sua automobile, nei pressi di un piccolo paese, vicino a Bienne: risulta esser stato graziato da un forte colpo alla nuca. Ad indagare sull’omicidio sono due poliziotti operanti nel medesimo commissariato cui apparteneva Schmied: il commissario Barlach e Tschanz. L’indagine non è condotta in maniera lineare, tra i due colleghi vi è una grande divergenza, per ragioni non evidenti in