Gomorra: recensione del libro di Saviano

Appunto inviato da degreg90
/5

Gomorra: recensione del libro di Roberto Saviano. Indicazioni bibliografiche, genere letterario, trama, personaggi e commento personale (2 pagine formato doc)

GOMORRA LIBRO

Gomorra.

Titolo: Gomorra – Viaggio nell’impero economico e nel sogno di dominio della camorra. Autore: Roberto Saviano. Casa editrice: Mondadori. Anno: 2006. Genere: Romanzo sulla criminalità e la mafia.

Gomorra: riassunto

GOMORRA LIBRO PERSONAGGI

Protagonisti: ROBERTO SAVIANO. L’autore è uno dei personaggi del racconto che, attraverso i suoi ricordi e le sue esperienze racconta il “Sistema” che affligge Napoli e provincia. Saviano nel libro, racconta che lui stesso ha partecipato allo scarico di merci clandestine, ha assistito a molti omicidi e ha investigato in molte questioni mafiose poiché attirato, ma allo stesso tempo “schifato” di ciò che accade nella sua città.

Tema sulla criminalità giovanile a Napoli

GOMORRA LIBRO RECENSIONE

IL SISTEMA. Il Sistema è il nuovo come con cui si chiama la camorra.

Da un lato è un’organizzazione affaristica che agisce in tutto il mondo; dall’altro lato è un fenomeno criminale influenzato dalla spettacolarizzazione mediatica. Il sistema è come una piramide dove al vertice c’è un boss che decide della sorte di molte persone, addirittura dell’economia.
In Gomorra sono citati numerosi boss mafiosi, sia uomini che donne, ad esempio: i Nuvoletta e i Di Lauro. Ogni boss ha un soprannome che gli distingue e li identifica.
EPOCA E LUOGHI IN CUI SI SVOLGONO LE VICENDE
Gomorra è ambientato dagli anni ’80 ad oggi in Napoli e provincia; soprattutto a Casal del Principe. Però sono anche citati altri luoghi italiani, ma soprattutto stranieri fra cui: la Spagna e l’Inghilterra.

Microcriminalità giovanile: tema argomentativo

GOMORRA LIBRO RIASSUNTO

RIASSUNTO
Il libro inizia parlando dello sbarco clandestino di abiti e scarpe, il cui materiale, provenente soprattutto dalla Cina, viene lavorato a prezzi bassissimi delle fabbriche in nero di Napoli e provincia. I vestiti, la droga, la spazzatura e le armi sono i materiali più usati dai clan mafiosi per guadagnare denaro sporco. La droga acquistata anche essa a prezzi bassissimi viene spacciata in piazze dove la polizia pur consapevole di ciò che accade non può far niente. Napoli fornisce servizi a prezzi vantaggiosi ai proprietari delle discariche di altre regioni. La spazzatura prelevata invece di essere disintegrata nella maniera corretta, viene “nascosta” nelle viscere della terra della stessa Napoli, inquinando l’aria e gli abitanti della zona. Lo stesso accade per le armi che nel napoletano vengono nascoste e vendute ai paesi in guerra. Tutte queste attività illegali vengono gestite dai clan mafiosi che, si contendono i vari territori anche con guerre, faide, uccidendosi fra loro, vendicandosi degli affronti subiti e trasformando i bambini in piccoli spacciatori e addirittura killer.
Coloro che provano a ribellasi al Sistema vengono subito eliminati, le autorità non intervengono poiché spesso anch’esse appartenenti ad alcuni clan.

Stai per compiere o hai compiuto 18 anni? Abbiamo qualche consiglio di lettura per te!