Io e te: riassunto e analisi

Appunto inviato da ferrettiluca98
/5

Io e te di Ammaniti: riassunto e analisi del testo e dei personaggi (4 pagine formato doc)

IO E TE: RIASSUNTO

Analisi del libro Io e te di Niccolò Ammaniti. 1.

Riassumi la trama del romanzo
Lorenzo è un ragazzo di 14 anni che vive a Roma, è molto introverso non esce con nessuno e non ha amici al difuori di sua madre, di suo padre e di sua nonna e secondo l’analisi dello psicologo della scuola si sente speciale, e dialoga solo con persone speciali come lui. Un giorno a scuola sente dei suoi compagni (Alessia Roncati, il Sumero, Oscar e Dobosz) organizzare una settimana bianca a Cortina a casa di Alessia.
Lui si rispecchia subito in loro, poiché si isolano dal resto della classe e si rinchiudono in una “bolla” proprio come lui fa. Vorrebbe andare in settimana bianca insieme a loro per far vedere lei sue abilità nello sciare, ma lui non è stato invitato.
Tornato a casa dalla scuola, Lorenzo dice alla madre di essere stato invitato ad una settimana bianca a Cortina a casa di Alessia Roncati; ma tutto ciò non è assolutamente vero, è solo per farla contenta. Funziona! la madre corre subito in bagno e piange dalla felicità. Arriva il giorno della partenza, la madre accompagna Lorenzo nel punto stabilito per la partenza, ma il ragazzo insiste di farlo scendere qualche centinaio di metri prima, poiché si vergognava di essere accompagnato dalla mamma. Lorenzo non raggiunse mai il punto di partenza, ma osservò gli altri partire. Con trolley, valigie, sci e bagagli vari, torno a casa con la metro senza farsi vedere da nessuno, e si rifugiò in cantina. Qui aveva tutto il necessario per sopravvivere: sott’aceti, maionese, tonno in scatola, pane, acqua, coca-cola, succhi di frutta, televisione, playstation, un letto e un bagno.

Io e te: commento

IO E TE: PERSONAGGI

Tutto filava liscio, fino a quando non chiamò al cellulare Olivia, la sorellastra di Lorenzo, per chiedergli se i suoi genitori erano in casa; dopo un po’ Olivia si introduce nella cantina forzando la porta per cercare dei soldi in uno scatolone. Sfortunatamente non li trova e chiede a Lorenzo se ne aveva, negò; Olivia se ne andò. La sera stessa tornò in cerca di un posto dove dormire: mangia, beve, si fuma qualche sigaretta e si mette a dormire. L’indomani Lorenzo la ritrova in uno stato spaventoso: tutta sudata, con dei crampi fortissimi alle gambe, distesa a terra. In quel momento Lorenzo capisce che la sorella è una tossicodipendente e che ha bisogno della sua dose. Lorenzo corre in ospedale dalla nonna ricoverata, per procurarsi degli antidolorifici, ma prima di tornar nello scantinato si ferma a casa di Cercopiteco per rubare qualche birra per la sorella. Olivia dormì per due lunghi giorni e al suo risveglio, bevendo una bottiglia di birra, raccontò al fratello una gita in motoscafo con il padre.

Io non ho paura di Ammaniti: recensione

IO E TE: MORALE

L’indomani Olivia se ne andò lasciando un bigliettino promettendo che non si sarebbe più drogata.
Dieci anni dopo Lorenzo viene chiamato dal bar di Cividale del Friuli e davanti a se, in una stanza ricoperta di mattonelle bianche, sopra un tavolo, trova sua sorella morta.