Itaca per sempre: riassunto, personaggi e analisi

Appunto inviato da mastrolindo93
/5

Itaca per sempre di Luigi Malerba: riassunto, personaggi, commento personale e analisi del romanzo, basato sul ritorno di Ulisse ad Itaca, tratto dall'Odissea di Omero (3 pagine formato doc)

ITACA PER SEMPRE: RIASSUNTO

Itaca Per Sempre di Luigi Malerba. Biografia sull’Autore: Luigi Malerba è nato a Berceto (Parma) nel 1927.

E' uno dei maggiori e più tradotti scrittori italiani del Secondo Novecento. Laureato in giurisprudenza, è giornalista, sceneggiatore cinematografico e televisivo, scrittore. Tra le opere della sua ricca produzione: Le pietre volanti (Rizzoli, 1992), Le maschere (Mondadori, 1994), Itaca per sempre (Mondadori, 1997), Le galline pensierose (Mondadori, 1994), Il viaggiatore sedentario (Rizzoli,1993). Nel 2002 è uscito per Mondadori "Il circolo di Granada".

Trama: Ulisse è tornato ad Itaca con la nave dei Feaci.

All'inizio si guarda intorno spaesato, non riconosce la sua isola. Poi si accorge del degrado a cui è stata abbandonata. Travestito da mendicante prepara la tremenda vendetta contro i Proci, i pretendenti al trono che vogliono che Penelope scelga un nuovo sposo e quindi un nuovo re di Itaca, inoltre abusano delle ricchezze del re assente e si divertono con le ancelle regali nella reggia di Ulisse. Per mettere in atto il suo piano ed assicurarsi la sua buona riuscita, Odisseo si rivela solo al porcaio Eumeo e al figlio Telemaco, ma non a Penelope. In seguito ha un primo, lungo colloquio con Penelope. L'eroe appare come un vecchio vagabondo coperto di stracci e, raccontando alla moglie una serie di "menzogne simili al vero", porta notizie verosimili dell'imminente ritorno di Ulisse. Pochi istanti più tardi, Penelope ancora presente, la nutrice Euriclea riconosce il padrone toccandogli, mentre lo lava, una vecchia cicatrice di caccia ma per volere del re cela la sua scoperta. Però Penelope riconosce Ulisse nei panni del mendico, e si indispettisce perché il marito, non rivelandosi, mostra di non avere alcuna fiducia in lei.

Itaca per sempre: scheda di lettura

ITACA PER SEMPRE: COMMENTO PERSONALE

La vendetta avviene poi con lo sterminio dei Proci, primo fra tutti Antinoo, giovane forte e arrogante. Penelope però continua a fingere di non riconoscere il marito pur dopo la sua rivelazione e risponde ai ricordi con i quali Ulisse cerca di provare la propria identità con implacabile ferocia logica, dimostrandosi argomentatrice superiore a lui. Ulisse rimane così preda del dolore, dell'incomprensione, dell'incertezza e del dubbio. Anche Telemaco non è più così sicuro dell'identità di quell'uomo. Battuto e ferito nel suo orgoglio di eroe, Ulisse decide di ripartire. Questa sua decisione, però, provoca il disperato richiamo e l'abbraccio di Penelope, che ormai è disposta ad accettarlo e riprenderlo come suo marito. Ulisse, tentato di adempiere alla profezia di Tiresia di un altro viaggio, compie invece il proprio destino restando in patria e mettendo a frutto la sua passione e la sua abilità nel narrare: affidato il governo a Telemaco, comincia a comporre, in collaborazione con il cantore Terpiade, quelle che saranno l'Iliade e l'Odissea.

Le tappe del viaggio di Ulisse: storia

ITACA PER SEMPRE: DESCRIZIONE PERSONAGGI

Personaggi:
Ulisse: Il protagonista è l'eroe dell'esercito acheo che, dopo la caduta di Troia e durante il suo ritorno in patria, incontra ostacoli e affronta terribili avventure, restando in mare per dieci anni. Queste vicende non sono narrate nel romanzo. Infatti troviamo Ulisse già sulla spiaggia di Itaca, sulla quale è stato lasciato dai Feaci.
Poichè il romanzo è scritto sotto forma di diario, e quindi in prima persona, non esiste una vera e propria descrizione di Ulisse. Riguardo al suo aspetto fisico sappiamo della sua bellezza, anche se è un uomo già avanti con gli anni, e il suo sguardo vivo e penetrante. La sua caratterizzazione interiore è invece molto lunga, ma anch'essa non è espressa direttamente, ma attraverso i pensieri e le azioni del personaggio. Ulisse è furbo, intelligente, coraggioso e forte. Molti uomini lo hanno ammirato e continuano a farlo per questo. Il suo ingegno è "multiforme", e il suo sangue freddo è leggenda. I suoi maggiori difetti sono l'arroganza, la sua curiosità al di là dei limiti possibili e la presunzione di capire tutto e tutti. Nello svolgimento della vicenda vediamo però anche un Ulisse turbato, indeciso, per la prima volta spiazzato, e sorpreso dalla moglie Penelope. Una serie di dubbi colma la mente dell'uomo che credeva di essere imbattibile. Infine accetta di perdere la sfida contro l'astuzia della donna, ma guadagna così anche la fortuna più grande: l'amore della stessa Penelope.