"Lettere d'amor tradito" di Isabel Allende

Appunto inviato da gman89
/5

Trama, sistema dei personaggi, fabula e intreccio, lingua e stile, testo e contesto, messaggio, spazio e tempo. (2 pagine formato doc)

Autore: Isabel Allende Autrice: Isabel Allende Titolo: Lettere d'amor tradito Data di pubblicazione: 1990 Casa editrice: Feltrinelli Trama Isabel Allende è nata a Lima nel 1942,ma è di origine cilena e ha lavorato in Cile fino al golpe di Pinochet(1973).Dopo il quale si è trasferita in Venezuela e in seguito negli Stati Uniti.Il successo le è arrivato nel 1982 con il romanzo La casa degli spiriti.In seguito ha scritto:D'amore e d'ombra, Eva Luna,Eva luna racconta,Paula e per Paula.Questo racconto,tratto dall'insieme di racconti Eva luna racconta di Isabelle Allende ,narra la storia di una ragazza,Analia Torres,vissuta in un imprecisato passato di latifondismo sudamericano,che impersona tutte le caratteristiche femminili di quei tempi:l'amore per la letteratura e la poesia,la tendenza a vivere di fantasia,l'accettazione di una vita frustante,il dover sottostare al dovere coniugale,l'insoddisfazione sessuale,l'attaccamento eccessivo all'unico figlio;ma anche una donna moderna,decisa ed intelligente,abile che ha fiducia nelle proprie capacità,non ama le mollezze.Accanto a lei l'uomo rivela la propria decadenza, dimostra d'aver fatto il suo tempo,di non essere più capace di gestire il potere.La protagonista rimasta orfana di entrambi i genitori, dopo essere stata fino ai 6 anni con la balia india nella casa del tutore,lo zio,viene mandata in collegio dalle suore per i seguenti 12 anni,cioè fino ai 18 anni.Lo zio le scriveva ogni sei mesi,incitandola ogni volta a comportarsi bene per essere degna dei suoi defunti genitori che,secondo lui,avrebbero voluto che si facesse suora.Ad Analìa non sarebbe dispiaciuto,ma per principio,rifiutava i consigli dello zio perché convinta che lui volesse impossessarsi delle terre dei suoi genitori.All'età di 16 anni ricevette la prima visita dello zio dove gli comunicò che la sua decisione di volersi sposare e di pensare lei con suo marito,alle proprie terre.Lo zio,spaventato da questa decisione,decide di instaurare una corrispondenza tra la nipote e suo figlio.All'inizio Analìa era diffidente,pensando ad una manovra dello zio,ma poco a poco si persuase che l'uomo che era in grado di scrivere lettere così dolci e sensibili,non poteva essere motivato da bassa cupidigia.Durante i due anni di corrispondenza si era convinta che un uomo di così tanta sensibilità non poteva che essere deforme,tanto da chiedersi quanta deformità sarebbe stata capace di tollerare.Quando lo vide,in occasione dei suoi 18 anni per la prima volta si stupì di constatare che Luis era un bel ragazzo e non il nano contorto che lei aveva imparato ad amare.Si sposarono:Ben presto si rese conto di essersi innamorata di un fantasma e che non avrebbe mai potuto trasferire quella passione immaginaria alla realtà del suo matrimonio.Il rapporto degradò sempre di più e non lo migliorò neanche la nascita del figlio,che anzi offrì il pretesto a lei di trasferirsi in un'altra stanza dove chiudersi a chiave tutte le notti con il figlio.L'amministrazione era affid.