Madame Bovary: analisi e personaggi

Appunto inviato da lennevislaf10
/5

Madame Bovary: analisi dettagliatta dell'opera di Flaubert e dei personaggi con riassunto (6 pagine formato doc)

MADAME BOVARY: ANALISI E PERSONAGGI

Madame Bovary e analisi psicologica di Flaubert.

La sua struttura risulta di tre parti: la prima è di nove capitoli; la seconda di quindici; la terza di dieci. Flaubert nel libro usa la poetica dell’impersonalità. Mentre i narratori dell'Ottocento di tipo romantico, come Manzoni, Stendhal e Balzac erano onnipresenti sulla scena intervenendo continuamente nell'azione con commenti e giudizi, stabilendo un rapporto continuo e diretto con il lettore, Flaubert invece, anticipando in questo gli autori del naturalismo e del verismo, esce di scena, rinuncia ad intervenire nei fatti narrati commentando o giudicando, costruisce una rappresentazione oggettiva ed impersonale della realtà. Lo stesso Flaubert in una lettera alla sua amica Louise Colet del 1852, nell'affermare il principio della assoluta oggettività ed imparzialità della narrazione, scriveva: "L'autore, nell'opera sua, deve essere come Dio nell'universo, presente dappertutto e visibile in nessun luogo.
Essendo l'arte una seconda natura, il creatore deve agire con procedimenti analoghi”.

Madame Bovary: analisi

MADAME BOVARY: PERSONAGGI

Passiamo ora ad esaminare la prima parte del romanzo i cui primi otto capitoli possono essere così riassunti:
1) infanzia ed adolescenza di Charles;
2) incontro con Emma 
3) dichiarazione d'amore;
4) il matrimonio
5) la casa Bovary a Tostes;
6) l'educazione di Emma;
7) la vita quotidiana e la routine matrimoniale;
8) il ballo al castello di Vaubyessard su invito del marchese di Andervilliers;
9) conclude la prima parte, raccoglie le fila dei capitoli precedenti e prepara la seconda parte del romanzo che comincia con l'arrivo dei Bovary a Yonville.
Incontriamo dunque la nostra eroina per la prima volta nella casa del padre in campagna. Quando Charles Bovary alza gli occhi su di lei Emma gli appare con un sorriso gentile sulle labbra mentre indossa un vestito azzurro guarnito di tre balze. L'azzurro, il cilestrino, il blu accompagnano spesso le descrizioni della bellezza di Emma: sebbene i suoi occhi siano neri, qualcosa di celeste l'avvolge sempre: é l'indizio per Flaubert della sua ambigua personalità, della sua nascosta sensualità.

Madame Bovary: scheda libro e riassunto

MADAME BOVARY: RIASSUNTO

Emma dunque al capezzale del padre, intenta a cucire delle bende, si punge le dita proprio come la bella addormentata nel bosco, ed entra con quella puntura nel letargo del matrimonio finché non verrà a svegliarla il bacio dell'adulterio. Flaubert inoltre ci mostra che Emma ama recitare. La prima recita con cui si presenta ai lettori é proprio quella della giovane ingenua e pudica, brava e obbediente, in cerca di un marito.
Flaubert manovra i suoi personaggi in modo che tanto Charles che il vecchio papà Rouault siano convinti che Emma é un fiore troppo prezioso per vivere in campagna: pelle bianchissima, mani delicate, piedini da parigina, vestiti azzurri ed eleganti, la pettinatura raffinata, tutto porta alla costruzione di un ritratto femminile di ragazza dolce e remissiva, ma un particolare contraddice la visione iniziale: "Ella portava, come un uomo, trattenuto da due bottoni del corsetto, un occhialetto di tartaruga". Questo occhialetto da uomo é una delle prime spie con cui Flaubert ci mette sull'avviso: Emma è una donna dalla personalità fortemente contraddittoria. Nel terzo capitolo della prima parte, assistiamo ad una scena di seduzione, rappresentata con ampiezza di dettagli visivi: da una parte Emma è intenta a cucire, da brava ragazza, dall'altra con la scena del liquore si mostra una esperta seduttrice.
Tuttavia Flaubert spiana la strada alla sua eroina: Charles resta improvvisamente vedovo.