LA MIA AFRICA: recensione

Appunto inviato da gioia15
/5

breve recensione e commento del libro la mia africa di karen blixen (1 pagine formato doc)

RECENSIONE 1°LIBRO: RECENSIONE 1°LIBRO: TITOLO:LA MIA AFRICA TITOLO ORIGINALE:OUT OF AFRICA AUTRICE:KAREN BLIXEN COLLANA:I NARRATORI CASA EDITRICE:FELTRINELLI GENERE:ROMANZO NUMERO DI PAGINE:300 ANNO DI PUBBLICAZIONE:MAGGIO 1983 ALTRE PUBBLICAZIONI:OTTOBRE 1959, SETTEMBRE 1963, SETTEMBRE 1985 TRAMA: In questo romanzo autobiografico la scrittrice danese Karen Blixen descrive gli anni da lei passati nella sua fattoria sull'altipiano del Ngong,in Africa.
Karen inizia fin da subito un rapporto speciale di amore e rispetto sia con gli animali della fattoria sia con i suoi lavoranti appartenenti alla tribù dei kikuyu. E sempre in Africa, pur essendo sposata ad un diplomatico, conosce un amore intenso e meraviglioso con Denys Finch Hatton.
Indimenticabili sono le atmosfere ed i ritmi lenti e magici delle attese di Karen, dei colori del tramonto quando Denys tornava dopo un lungo periodo da uno dei suoi safari e tutto era come il primo giorno.Uno dei personaggi più simpatici fra i kikuyu è Kamante: bambino malato, curato da Karen che poi diviene il suo aiutante in cucina. Tanta è la passione di Kamante per questo lavoro che viene mandato a Nairobi per imparare nuovi piatti. Da quel momento la cucina della fattoria diventa famosa presso tutta la colonia inglese per i suoi piatti buoni e raffinati. Karen scrive ancora che Kamante ricordava sempre i gusti degli ospiti della fattoria e di come il pesce al vino bianco fosse uno dei piatti più amati. Si parla anche di Lulù, una piccola gazzella salvata da Karen e poi allevata in casa sua, ma anche dei vari safari della Blixen e delle avventure e discussioni con i suoi indigeni,con suo marito e con Denys. COMMENTO:Il libro che o letto è molto interessante e consiglio a tutti di leggerlo o almeno di vedere il film, anch'esso molto bello e appassionante. Secondo me Karen Blixen ha descritto con una limpidezza senza pari il suo rapporto d'amore con un continente. Ci ha dato il ritratto forse più bello dell'Africa, della sua natura, dei suoi colori, dei suoi abitanti. Questo libro può essere considerato molto importante per riuscire a capire che persona è la Blixen, infatti queste sue memorie mettono in luce il rapporto che l'autrice instaurò con gli indigeni, che abitavano la sua proprietà e la coltivavano, con il loro modo di considerare la vita e tutti gli eventi che la caratterizzavano.Il libro ci presenta un modo di vedere la terra africana diversa da quella che i mass-media ci offrono; è l'Africa proposta dal punto di vista di chi ci vive e l'ammira cogliendone innumerevoli lati positivi come il profondo senso di tranquillità e di immensità. Però per Karen alla fine, diventerà un'Africa della nostalgia,caratterizzata dalla commozione per dover abbandonare un luogo così meraviglioso e familiare per lei che le ha fatto trascorrere momenti indimenticabili e sensazioni meravigliose.