Nessuno. L'Odissea raccontata ai giovani d'oggi: scheda libro

Scheda libro del testo di Luciano De Crescenzo, una rivisitazione dell'Odissea, "Nessuno. L'Odissea raccontata ai giovani d'oggi" (3 pagine formato doc)

Appunto di simon14

NESSUNO.
L'ODISSEA RACCONTATA AI GIOVANI D'OGGI: SCHEDA LIBRO

Scheda libro di analisi del testoNessuno, l’Odissea raccontata ai giovani d'oggi
1)    DATI SUL LIBRO:
a)    Autore: Luciano De Crescenzo
b)    Titolo: Nessuno- L’Odissea raccontata ai lettori d’oggi
c)    Luogo di edizione: Mondatori Printing SPA. Stabilimento NSM Cles (TN) Italia
d)    Casa editrice Oscar Mondatori
e)    Anno di pubblicazione della prima edizione: 1997

NESSUNO.
L'ODISSEA RACCONTATA AI GIOVANI D'OGGI: RIASSUNTO

2)    ESPOSIZIONE SINTETICA DELLA VICENDA:
Il libro si apre descrivendo il concilio degli Dei in cui Atena chiede al padre Zeus di lasciar tornare in patria Ulisse, il suo protetto; il Dio si lascia convincere e invia Hermes, messaggero degli dei, dalla ninfa Calipso, che teneva prigioniero l’eroe per intimargli di lasciarlo andare, e contemporaneamente Atena va a Itaca, da Telemaco, figlio di Odisseo, e sotto le false vesti di Tafi, gli rivela che suo padre non è morto ma è tenuto prigioniero da una ninfa e presto sarà liberato; inoltre suggerisce al ragazzo di andare dal saggio Nestore, re dell’isola di Pilo e da Agamennone, sovrano di Sparta a chiedere notizie di suo padre.
Dopo quest’incontro Telemaco indice un’assemblea per convincere il popolo a ribellarsi contro i Proci che si erano insediati nel castello, poi, reperiti nave e rematori, va a Pilo, dove parla con Nestore ma non ricava nessuna informazione, allora, insieme a Pisistrato, figlio del re di Pilo, va da Menelao, che gli dice di non aver più visto suo padre ma di aver saputo che è prigioniero della ninfa Calipso, presso l’isola di Ogigia.

Nessuno, l’Odissea raccontata ai giovani d'oggi: commento e descrizione dei personaggi

ODISSEA RACCONTATA AI RAGAZZI

Dal 5°canto in poi il protagonista diventa Ulisse, il quale, all’arrivo di Hermes a Ogigia, è sulla spiaggia che piange, sperando di rivedere sua moglie e la sua terra. Hermes annuncia alla ninfa la volontà degli dei: deve lasciar partire l’eroe e aiutarlo a costruirsi una zattera per raggiungere l’isola dei Feaci. Calipso, dopo avergli offerto l’immortalità se fosse stato al suo fianco e vedendosela rifiutata, seppur a malincuore lo lascia partire.