Nessuno. L'Odissea raccontata ai giovani d'oggi: scheda libro

Appunto inviato da simon14
/5

Scheda libro del testo di Luciano De Crescenzo, una rivisitazione dell'Odissea, "Nessuno. L'Odissea raccontata ai giovani d'oggi" (3 pagine formato doc)

NESSUNO.
L'ODISSEA RACCONTATA AI GIOVANI D'OGGI: SCHEDA LIBRO

Scheda libro di analisi del testoNessuno, l’Odissea raccontata ai giovani d'oggi
1)    DATI SUL LIBRO:
a)    Autore: Luciano De Crescenzo
b)    Titolo: Nessuno- L’Odissea raccontata ai lettori d’oggi
c)    Luogo di edizione: Mondatori Printing SPA. Stabilimento NSM Cles (TN) Italia
d)    Casa editrice Oscar Mondatori
e)    Anno di pubblicazione della prima edizione: 1997

Nessuno, l’Odissea raccontata ai giovani d'oggi: commento e descrizione dei personaggi

NESSUNO.
L'ODISSEA RACCONTATA AI GIOVANI D'OGGI: RIASSUNTO

2)    ESPOSIZIONE SINTETICA DELLA VICENDA:
Il libro si apre descrivendo il concilio degli Dei in cui Atena chiede al padre Zeus di lasciar tornare in patria Ulisse, il suo protetto; il Dio si lascia convincere e invia Hermes, messaggero degli dei, dalla ninfa Calipso, che teneva prigioniero l’eroe per intimargli di lasciarlo andare, e contemporaneamente Atena va a Itaca, da Telemaco, figlio di Odisseo, e sotto le false vesti di Tafi, gli rivela che suo padre non è morto ma è tenuto prigioniero da una ninfa e presto sarà liberato; inoltre suggerisce al ragazzo di andare dal saggio Nestore, re dell’isola di Pilo e da Agamennone, sovrano di Sparta a chiedere notizie di suo padre.
Dopo quest’incontro Telemaco indice un’assemblea per convincere il popolo a ribellarsi contro i Proci che si erano insediati nel castello, poi, reperiti nave e rematori, va a Pilo, dove parla con Nestore ma non ricava nessuna informazione, allora, insieme a Pisistrato, figlio del re di Pilo, va da Menelao, che gli dice di non aver più visto suo padre ma di aver saputo che è prigioniero della ninfa Calipso, presso l’isola di Ogigia.

Odissea di Omero: riassunto e commento

ODISSEA RACCONTATA AI RAGAZZI

Dal 5°canto in poi il protagonista diventa Ulisse, il quale, all’arrivo di Hermes a Ogigia, è sulla spiaggia che piange, sperando di rivedere sua moglie e la sua terra. Hermes annuncia alla ninfa la volontà degli dei: deve lasciar partire l’eroe e aiutarlo a costruirsi una zattera per raggiungere l’isola dei Feaci. Calipso, dopo avergli offerto l’immortalità se fosse stato al suo fianco e vedendosela rifiutata, seppur a malincuore lo lascia partire.