Ser Ciappelletto del Decameron: riassunto

Appunto inviato da guidonimarta
/5

Ser Ciappelletto è la novella della prima giornata del Decameron di Boccaccio. La scheda comprende i luoghi in cui è ambientata la storia, l'epoca, i personaggi principali, un riassunto dettagliato e l'analisi del testo (2 pagine formato doc)

SER CIAPPELLETTO DEL DECAMERON: RIASSUNTO

Ser Ciappelletto del Decameron.

Scheda novella – Ser Ciappelletto.
Luogo: La novella è ambientata a Parigi, dove Ser Ciappelletto spesso dimorava, e in Borgogna, dove l'uomo è incaricato da Musciatto di ritirare i crediti degli abitanti della regione.
Tempo: La novella si svolge tra il XIII e il XIV secolo.
Personaggi:
•    Cepparello da Prato, un notaio, è chiamato dai francesi Ciappelletto
•    Musciatto Franzesi, mercante, affida a Ser Ciappelletto il compito di riscuotere i debiti dei borgognoni
•    Due fratelli fiorentini, banchieri e usurai, ospitano Ser Ciappelletto durante il suo soggiorno in Borgogna
•    Un frate, che ascolta le finte confessioni di Ser Ciappelletto
•    Gli altri frati del convento, che seppelliscono Ser Ciappelletto
•    La folla dei fedeli, che ascolta il discorso sull'onestà e sulla santità di Ser Ciappelletto pronunciato dal frate in chiesa.

Ser Ciappelletto di Boccaccio: riassunto e commento


SER CIAPPELLETTO DECAMERON: RIASSUNTO DETTAGLIATO

Riassunto: Il ricco mercante e cavaliere Musciatto Franzesi doveva recarsi in Toscana con Carlo Senzaterra. Avendo ancora alcuni affari in sospeso, decise di affidarli a persone diverse; egli, però, si chiese chi fosse in grado di riscuotere i debiti dei borgognoni, noti per la loro litigiosità e slealtà.

Dopo aver riflettuto a lungo, gli venne in mente il suo amico Ser Cepparello, un notaio malvagio e senza scrupoli adatto quindi a farsi rispettare dai debitori. Costui viveva a Parigi ed era chiamato Ciappelletto dai francesi che credevano erroneamente che il suo nome fosse il diminutivo di "chapel". Ser Ciappelletto era un uomo cattivo: preferiva emettere atti falsi e non essere pagato, non si faceva scrupolo di mentire, si ingegnava di commettere azioni crudeli nei confronti di amici e parenti, e più questi soffrivano, più lui gioiva. Frequentava le taverne piuttosto che le chiese, spesso bestemmiava, beveva molto, truccava i dadi ed era omosessuale. Grazie alla sua amicizia con Musciatto, però, egli aveva sempre ricevuto protezione nei confronti di coloro a cui aveva fatto un torto.
Franzesi quindi gli domandò se avesse voluto svolgere alcune commissioni per lui e Ser Ciappelletto si trovò costretto ad accettare: infatti, oltre ad esere a corto di denaro e senza alcuna occupazione, presto il suo protettore sarebbe partito e non avrebbe avuto più nessuno che lo difendesse.

Ser Ciappelletto: riassunto


SER CIAPPELLETTO DECAMERON: RIASSUNTO BREVE

Si trasferì dunque in Borgogna, da due fratelli usurai, e sfruttando il fatto che nessuno lì lo conosceva, si comportò in modo giusto. Un giorno, però, si ammalò, e i medici dissero che la morte sarebbe sopraggiunta presto. I due fratelli, preoccupati dalle ripercussioni che la diffusione della notizia della morte di un uomo simile nella loro abitazione senza l'estrema unzione avrebbe comportato, erano indecisi sul da farsi: se lo avessero allontanato di casa improvvisamente sarebbero stati giudicati come uomini di poco senno, ma egli era stato un uomo malvagio e, poiché non si era mai confessato, era destinato ad essere sepolto in una fossa fuori città. Ser Ciappelletto, udita la conversazione, decise di risolvere la situazione e chiese ai due uomini i chiamare il frate più devoto per confessarsi.

 

Ser Ciappelletto del Decameron: parafrasi e commento