Le tigri di Mompracem

Appunto inviato da nicolegr93
/5

Relazione sul libro di Emilio Salgari (3 pagine formato doc)

Il libro "Le tigri di Mompracem" di Emilio Salgari è un romanzo d'avventura ambientato nel 1849 nelle regioni settentrionali del Borneo e nelle isole del Mare Malese.
Il libro parla della storia di un pirata, Sandokan, temuto da tutti i colonizzatori europei tanto da essere soprannominato la Tigre della Malesia, che smette di praticare la pirateria dopo essersi innamorato di una giovane ragazza di origine europea, Marianna. Da quando Sandokan viene a sapere di Marianna dagli altri pirati, che la descrivono come la ragazza più bella che si sia mai vista, egli vuole subito trovarla. La incontra dopo essere stato ferito in uno scontro in mare, e si innamorano subito.
Ma non possono restare insieme e per questo egli scappa per non farsi catturare. Ma alla fine, dopo aver combattuto scontri in mare ed aver rischiato molte volte la vita per tornare a prendere Marianna, Sandokan riesce a rapirla e, dopo altre disavventure, a sposarla; ma purtroppo egli ha perso quasi tutti i suoi uomini e soprattutto la sua isola, dove si trovava il suo covo. Quindi dopo aver preso la ragazza dice addio alla Tigre, agli assalti e alle vendette per vivere una vita tranquilla con la sua amata.

Il libro è ricco di descrizioni della zona: l'autore descrive molto dettagliatamente il cielo, il mare, la foresta e gli abitanti che la abitano. Quando Sandokan e i suoi compagni attraversano la foresta l'autore parla delle piante e dei frutti con il loro nome specifico, parlando anche delle usanze delle popolazioni locali. Quando Sandokan affronta i suoi nemici l'autore descrive tutti i preparativi che vengono fatti, come il carico dei cannoni e delle spingarde, la preparazione di barricate a difesa dei cannoni; inoltre descrive i colpi e gli effetti che ne derivano su entrambe le navi.