Papà Goriot: analisi e riassunto

Appunto inviato da babybarbie92
/5

Analisi e riassunto del capolavoro di Honoré de Balzac, esponente principale della commedia dei costumi, attento descrittore della psicologia umana e dei suoi vizi presentati con un'ironia che non nasconde una punta di cinismo e biasimo verso la società della ville parisienne dell'epoca. Riassunto de "Papà Goriot" (3 pagine formato doc)

PAPA' GORIOT: ANALISI E RIASSUNTO

Papà Goriot di Honoré de Balzac.

Parigi 1819. In uno stabile malandato di rue Neuve-Sainte Geneviève si trova la pensione Vauquer, all’interno della quale ruotano, oltre alla tenutaria, una serie di personaggi : M.lle Michonneau, Victorine Taillefer, Mme Couture, M. Poiret, Bianchon, Vautrin, Eugène de Rastignac e papà Goriot. Le descrizioni della strada, dell’esterno dell’edificio e successivamente dell'interno della pensione, rappresentano simbolicamente tutta la vicenda del romanzo, una storia di miseria e di cinismo.
“Il selciato in quella parte è asciutto, nei rigagnoli non c'è né fango né acqua, l'erba cresce lungo i muri. L'uomo più noncurante si rattrista come tutti i passanti, il rumore di una carrozza diventa un avvenimento, le case sono tetre, i muri sanno di prigione. [...] Nessun quartiere di Parigi è più orribile né, diciamolo pure, più sconosciuto”: il quartiere è povero, malfamato, estremamente diverso dalla Parigi sfarzosa che l’autore racconterà più avanti.

Pere Goriot: riassunto e analisi dei personaggi

PAPA' GORIOT RIASSUNTO BREVE

La pensione Vauquer “sa di chiuso, di ammuffito, di rancido; dà una sensazione di freddo, di umido al naso, penetra negli abiti; […] puzza di servizio, di dispensa, di ospizio”; vi si trovano “strati di sporcizia”, “caraffe sbreccate, opache”, “sedie zoppicanti”: “Vi regna insomma la miseria senza poesia; una miseria parsimoniosa, concentrata, logora. Se ancora non è insozzata, ha però delle macchie”.
Nei romanzi di Balzac la descrizione dei personaggi segue generalmente il ritratto dell’ambiente in cui questi personaggi agiscono, in quanto i due aspetti sono strettamente legati l’uno all’altro. La descrizione dell’ambiente serve qui a Balzac per  introdurre un personaggio, la vedova Vauquer, esattamente specchio della pensione che gestisce. La persona, così come la casa prima descritta, è rappresentata dall’autore in maniera molto realistica e minuziosamente, attraverso numerosi dettagli che lasciano un senso di tristezza  e di soffocamento.

Papà Goriot di Balzac: riassunto

LE PERE GORIOT RIASSUNTO

La sua faccia è “vecchiotta” come i suoi mobili e la stanza “trasuda la sventura” subita dalla signora Vauquer.  Essa incarna il tipo di donna appartenente alla bassa borghesia (‘bassa’ sia a livello economico che morale), nascosta dietro una maschera di apparente bontà.
Tra i vari pensionanti ne emergono due in particolare: Papà Goriot e Eugène de Rastignac. Il primo è un ex pastaio che era riuscito a mettere insieme un enorme patrimonio tanto da far sposare le figlie con un conte contessa e con un banchiere. Egli le ama di un amore smisurato, quasi patologico, e per soddisfare ogni loro più piccolo capriccio si riduce sul lastrico, salendo man mano dal primo piano della pensione alla soffitta dove si paga di meno, mentre gli altri pensionanti malignano su di lui.