Il deserto dei tartari: riassunto per capitoli

Appunto inviato da scajax
/5

Il deserto dei tartari: riassunto, capitolo per capitolo, del romanzo di Dino Buzzati (6 pagine formato doc)

IL DESERTO DEI TARTARI: RIASSUNTO PER CAPITOLI

Riassunto per capitoli del romanzo “Il deserto dei tartari” di Dino Buzzati. Capitolo I - La partenza - Giovanni Drogo veste la divisa da ufficiale e si guarda allo specchio con tristezza, in quanto, nonostante ora possa uscire dall’Accademia per andare alla Fortezza Bastiani, si rende conto che gli anni della sua giovinezza sono ormai conclusi.

Viene accompagnato dall’amico Francesco Vescovi fino ad un certo punto.
L’amico gli indica la Fortezza e a Drogo non pare molto lontana; tuttavia non riesce a raggiungerla prima di sera e solo grazie all’aiuto di un vagabondo che gli mostra il profilo della Fortezza.
Capitolo II – Incontro con la fortezza. 

Il deserto dei tartari: analisi

IL DESERTO DEI TARTARI: RIASSUNTO BREVE

Giunto in una valle, Giovanni distingue un uomo a cavallo in divisa. Tenta di chiamarlo (“Signor capitano!”) e dopo un’imbarazzante conversazione da un lato all’altro della valle in cui viene chiesto a Giovanni di dichiarare il suo nome, i due si incontrano su un ponte. L’uomo si presenta come il capitano Ortiz; anch’egli viaggia in direzione della Fortezza. I due cominciano a conversare della Fortezza e Ortiz pare sorpreso di sapere che Giovanni non ha fatto domanda per la Fortezza. Il capitano gli domanda poi riguardo ad alcuni nomi che ricorda dell’Accademia. Parlano poi della Fortezza, che a dire di Ortiz è una piccola struttura, vecchia e di seconda categoria – ne parla tuttavia con affetto. Nomina il deserto dei Tartari, una landa che si trova a nord della Fortezza e di cui una leggenda dice che fosse abitata dai Tartari; tuttavia i Tartari non erano mai arrivati. Dopo una macchia di ghiaia Giovanni vede la Fortezza. Gli appare nuda, dai muri giallastri, silenziosa e cupa, ma nel contempo affascinante. Il primo pensiero di Giovanni è quello di tornare indietro. Si volta a guardare Ortiz e lo vede ammaliato, in un misto di gioia e tristezza, ad osservare la Fortezza, nonostante la conoscesse da diciott’anni.

Il deserto dei tartari: scheda libro

IL DESERTO DEI TARTARI: RIASSUNTO COMPLETO

Capitolo III – Il deserto del Nord. Appena arrivato, Giovanni viene accompagnato da “un giovane disinvolto e cordiale”, Carlo Morel, verso il cuore della Fortezza, che a Giovanni pare isolato dal resto del mondo, per recarsi presso il maggiore Matti. È un uomo grassoccio, bonario, sorridente, che parla come se avesse imparato a memoria formule di cortesia. Matti esorta Drogo a fare onore a suo padre, presidente dell’Alta Corte, ma Drogo gli risponde che suo padre era medico. Giovanni esprime dunque il desiderio di tornare a casa e Matti gli propone di rimanere quattro mesi, fino alla visita medica, quando con un falso certificato potrà andarsene. Giovanni pare contrariato in quanto preferirebbe andarsene subito, ma a trattenerlo è la curiosità che suscita in lui l’immagine di una parete rocciosa oltre la finestra. Chiede allora se sia possibile vedere il nord, ed il maggiore gli risponde che per salire sulle mura è necessaria una parola d’ordine e che l’unica feritoia rivolta verso quel povero paesaggio è nello studio del colonnello.
A dispetto del regolamento, Giovanni riesce a salire sulle mura con l’aiuto di Morel. Giovanni è affascinato e preso da grande curiosità. Morel spiega che dalla Ridotta Nuova è possibile vedere più in fondo, ma che comunque il deserto è formato solo da sassi bianchi, e l’orizzonte sfuma nella nebbia. C’è qualcuno che dice di “aver visto” qualche cosa nel deserto; in realtà mai nulla c’è stato.

Approfondisci: Biografia e opere di Dino Buzzati