Stephen King, Stand by me (Il corpo).

Appunto inviato da 00gargoiles00
/5

Analisi del libro Stand by me (Il corpo) e qualche cenno sulla biografia dell'autore Stephen King (5 pagine formato doc)

Autore: Stephen King Autore: Stephen King Notizie biografiche: Stephen King, definito dalla critica “il re del brivido”, vincitore di un O.
Henry Award, è nato a Portland (Maine1947), vive e lavora in giro per il Maine con la moglie Tabitha, a sua volta scrittrice, e i tre figli. Le sue storie da incubo sono best-sellers clamorosi in tutto il mondo. I suoi romanzi e racconti, che attingono ai filoni dell'orrore, del fantastico e della fantascienza, sono stampati in più di cento milioni di copie. Il romanzo d'esordio, Carrie (1973), storia di una donna dai poteri telecinetici che si vendica dei compagni di classe, fu venduto in quattro milioni di copie e portato sugli schermi due anni dopo dal regista Brian De Palma. Scrittore prolifico, King è un maestro nel trasformare le normali situazioni conflittuali della vita - rivalità fra coetanei, tensioni e infedeltà coniugali - in momenti di terrore.
A Carrie seguirono molti altri titoli di successo, al punto che ben cinque di essi figurarono contemporaneamente, per un certo periodo, nelle classifiche dei libri più venduti redatte dal “New York Times”. Oltre al romanzo d'esordio, molte altre sue opere hanno ispirato dei film. Tra le più note si ricordano Shining (1976; il film , del 1980, è stato diretto da Stanley Kubrick); La zona morta (1979; versione cinematografica del 1983, per la regia di David Cronenberg); Christine la macchina infernale (1983; il film, dello stesso anno, è dovuto a John Carpenter); Misery (1987; nota in Italia col titolo Misery non deve morire, la pellicola è stata realizzata da Rob Reiner nel 1990. Anche il libro che passerò ad analizzare in seguito ha avuto la sua versione cinematografica nel 1986. Alcuni romanzi di King sono usciti sotto lo pseudonimo di Richard Bachman. Titolo dell'opera: Stand by me (Il corpo). Analisi dei personaggi: i protagonisti della storia sono quattro ragazzini di dodici, tredici anni…Gordie, Chris, Vern e Teddy. Gordon Lachanche- è il vero protagonista. Tutto il romanzo è narrato come se fosse proprio lui il narratore che, ormai adulto e scrittore famoso, racconta la sua storia. Non viene descritto fisicamente come quasi nessuno, del resto, in questo romanzo. Da quello che si capisce nel racconto Gordon, Gordie per gli amici, è quello che normalmente in gergo adolescenziale può essere definito uno “sfigato”, soprattutto se mettiamo in evidenza la posizione che occupa nella sua famiglia. E' Figlio di genitori un po' troppo anzianotti che avevano dei problemi di fertilità e, che dopo tre aborti e un figlio insperato morto a vent'anni a causa di un incidente stradale, lo considerano il classico figlio avuto per caso classificandolo sempre e solo al secondo posto dopo il figlio prediletto…non è bello. Non che lo trattassero male, era stato semplicemente una grossa sorpresa e veniva ignorato la stragrande maggioranza delle volte dai genitori impegnati con Dennis (il fratello morto), ma non dal fratello