Candido di Leonardo Sciascia: scheda libro

Appunto inviato da klaudia11
/5

Scheda del libro "Candito, ovvero un sogno fatto in Sicilia" di Leonardo Sciascia: riassunto, luogo, tempo, analisi dei personaggi e tecnica narrativa (3 pagine formato doc)

CANDIDO LEONARDO SCIASCIA: SCHEDA LIBRO

Candido ovvero un sogno fatto in Sicilia.


Autore: Leonardo Sciascia
Casa editrice: Einaudi
Genere: romanzo storico, psicologico
Comprensione del testo: Sintesi del racconto: Candido Munafò nacque in una grotta, in Sicilia, dopo un mitragliamento anglo-americano. Il piccolo cresce assomigliando sempre di più al capitano, amico di famiglia, J.H.Dykes, questo suscita la gelosia del padre e provoca una serie di litigi in casa. Alla fine Maria Grazia e Amleto si innamorano veramente e si trasferiscono in America.
Il piccolo viene affidato alla governante Concetta e al padre. Per un incidente, l’avvocato muore suicida e Candido va a vivere col nonno, che lo affida alle cure dell’arciprete. Tra i due c’è un contrasto sociale e caratteriale notevole, nonostante questo diventano amici. Un piccolo giallo risolto, li getta nell’impopolarità del paese e l’arciprete è costretto a dimettersi. Candido s’innamora di Paola e decidono di vivere insieme. Nel frattempo insieme a Don Antonio, entrano nel partito comunista.

Candido di Sciascia: analisi dei personaggi e commento

CANDIDO SCIASCIA RIASSUNTO CAPITOLI

Ma quando viene espulso dal partito, Paola lo abbandona e i suoi parenti intentano una causa per impadronirsi dei suoi beni. Ci riescono anche con l’aiuto del giovane (che non si oppone a loro), e durante la festa di famiglia organizzata per l’occasione, incontra Francesca, che finirà col partire insieme a lui e divenire la sua compagna. A Parigi, i due ospitano Don Antonio e durante una serata incontrano Maria Grazia e Amleto. È la prima volta che Candido si sente felice.
Argomenti trattati: si discute del comunismo, del cattolicesimo, dell’intellettualismo, dell’amore e del coraggio di alcune idee, ma con un po’ di ironia. Il sottotitolo del romanzo è “Un sogno fatto in Sicilia”, perché c’è confronto tra sogno, la ragione e Sicilia, la storia.

Recensione: Candido, ovvero un sogno fatto in sicilia di Leonardo Sciascia

CANDIDO SCIASCIA ANALISI PERSONAGGI

Luogo, tempo e personaggi: Ambiente: i fatti narrati si svolgono principalmente nella città in cui Candido vive, cioè in Sicilia. Negli ultimi capitoli invece, Candido in compagnia di Francesca, visita molte città europee, fino a quando si stanzia a Parigi.
Tempo: la vicenda si svolge nel passato, precisamente dal 1943 al 1977.
Personaggi: Candido: è il protagonista del romanzo, non viene mai descritto fisicamente. Questo giovane mite, onesto, intelligente, testardo e riflessivo finisce per apparire, soprattutto ai parenti, come un “piccolo mostro”. Candido entra a far parte del Partito Comunista della sua città, ma viene espulso dopo alcuni scandali, successivamente a Torino dove avviene la stessa cosa. Per Candido essere comunista è “un fatto quasi di natura” e quindi non ha necessariamente bisogno di essere membro di un partito.
Don Antonio: Candido dopo l’incidente del padre viene affidato dal nonno alle cure dell’arciprete Lepanto. Tra questi nasce un’amicizia, che è affetto e attrazione. Un piccolo caso risolto dai due, porta però all’impopolarità e quindi alle dimissioni dell’arciprete, che da qui in poi viene chiamato Don Antonio.
il generale Arturo Cressi: è il nonno materno di Candido, tutore e amministratore della ricchezza che il ragazzo aveva ereditato dalla morte del padre. Un mese prima che l’avvocato si suicidasse, era stato eletto al Parlamento Nazionale.
Paola: primo vero amore di Candido. Inizialmente era la governante e amante del nonno. Paola era detestata da Concetta perché accusata di andare a letto col generale. Spezza il cuore al protagonista quando lo abbandona improvvisamente prendendo anche alcune sue ricchezze.
l’avvocato Francesco Munafò: padre di Candido. Non ha mai considerato il figlio tanto che non sapeva quasi nulla di lui. Si uccide quando il protagonista era ancora giovane e proprio a causa sua, in quanto aveva origliato e svelato una confessione di omicidio, fatta all’avvocato da un suo cliente.