"Cosima" di G. Deledda

Appunto inviato da keki10
/5

Note sintetiche sull'opera della celebre scrittrice sarda, con note biografiche (12 pagine formato doc)

Grazia Deledda nasce a Nuoro nel 1871 e trascorre lì la sua infanzia e la sua giovinezza.
Di famiglia benestante, frequenta la scuola elementare come le sue sorelle e i suoi fratelli. Sin da piccola (è lei stessa che lo racconta nel romanzo autobiografico "Cosima") ha una vivissima passione per la lettura e per la scrittura.

In contrasto con le abitudini del tempo e dell'ambiente nuorese, prende contatti con riviste che si pubblicano nel continente ed invia i suoi primi scritti. Tutto ciò avviene all'insaputa dei suoi familiari.

La morte del padre segna un momento di grande tristezza per la scrittrice e per tutta la famiglia. Ancor di più si dedica alla stesura di un romanzo che viene pubblicato in continente nel 1895.
In campo nazionale il libro ha una discreta risonanza e critiche favorevoli.

Altra data importantissima nella vita di Grazia Deledda è il suo primo viaggio a Cagliari nel 1899. Viene accolta nell'appartamento di Maria Manca (via Sonnino angolo via San Lucifero), una continentale che dirigeva a Cagliari la rivista "La Donna Sarda", a cui più volte la scrittrice nuorese aveva mandato i suoi scritti in versi e in prosa. Qui conosce Palmiro Madesani con il quale, dopo un breve fidanzamento, si sposa; con lui si trasferisce a Roma dopo una breve tappa a Cagliari.