I tre moschettieri: analisi, personaggi, stile e commento

Appunto inviato da cla09
/5

Analisi della celebre opera di Alexandre Dumas I tre moschettieri: descrizione dei personaggi, stile e commento personale (3 pagine formato doc)

I TRE MOSCHETTIERI ANALISI

Uno degli ultimi libri che ho letto è stato quello scritto da Alexandre Dumas ed intitolato “I tre moschettieri”.

È stato pubblicato dalla casa editrice Fabbri Editori. Prima di descrivere e narrare brevemente le intricate vicende di questo libro è bene avere qualche informazione sulla vita e sul periodo dell’autore. Alexandre Dumas nacque a Villers- Cotterets (Francia) il 24 luglio 1802. Raggiunta la maggiore età si trasferì a Parigi dove, insieme ad un gruppo di amici, pubblicò le sue prime opere teatrali.
Contemporaneamente a questa carriera pubblicò i suoi primi romanzi di cui i più importanti furono: “Les trois mousquetaires”, “Le comte de Monte- Christo”. Divenne molto ricco; prese parte ai moti del quarantotto; aiutò Garibaldi nella spedizione dei mille. Morì il 5 dicembre 1870 a Puys (Francia).
Il periodo in cui visse fu ricco di avvenimenti che sconvolsero la faccia dell’Europa. Si crearono vari stati europei attraverso vari conflitti. La Francia e l’Inghilterra erano le potenze dell’epoca ed erano in continuo contrasto tra loro. Il libro, essendo di tipo storico, cioè che contiene una parte inventata ma anche una parte successa realmente, si base su uno dei tanti scontri tra la Francia e l’Inghilterra.
Il libro è formato da 660 pagine ed è diviso in sessantotto capitoli. Si divide essenzialmente in due parti quasi della stessa durata caratterizzate, ognuna di esse, dalla stessa tipologia di narrazione degli eventi che, nella prima parte non sconvolge il racconto, mentre nella seconda parte muta radicalmente lo svolgersi delle vicende. Le due parti comprendono delle sequenze narrative, descrittive, dei dialoghi e delle riflessioni personali del narratore. Esiste un narratore di tipo esterno, l’autore stesso, e di tipo onnisciente; ciò fa sì che esista una focalizzazione di tipo esterna. È ambientato tra la Francia e l’Inghilterra e si basa su tutti gli intrighi di corte che avvenivano nel diciassettesimo secolo.

I tre moschettieri: riassunto, personaggi e commento

I TRE MOSCHETTIERI ANALISI DEI PERSONAGGI

I personaggi di questo libro si possono dividere in due categorie essenziali:
•    I personaggi buoni;
fanno parte di questa categoria i tre moschettieri del re francese, Athos (carattere calmo e grande pensatore), Portos (persona mondana ed attaccata moltissimo ai soldi) ed Aramis (dotato di una particolare vocazione per la chiesa), d’Artagnan (giovane e molto impulsivo ma molto abile con le armi), il capitano dei moschettieri, M. de Treville, la regina (Anna d’Austria) e il re (Luigi XIII) di Francia, M.me Bonacieux (serva devota di Anna d’Austria), Lord Buckingham (stratega dell’Impero inglese), Lord de Winter (nobile inglese);
•    I personaggi malvagi;
fanno parte di questa categoria il cardinale di Francia, Richelieu (perfido e desideroso di prendere tutto il potere del re francese), le guardie del cardinale, M. Bonacieux (uomo molto ingenuo ed abbastanza avanti con gli anni), Felton (guardia di Lord de Winter), Milady (perfida donna senza una dimora fissa ed in continuo viaggio tra la Francia e l’Inghilterra).

I TRE MOSCHETTIERI COMMENTO PERSONALE E STILE

Il libro è molto complesso ma non troppo difficile da leggere; è adatto ad una categoria di lettori ai quali piace la storia.
Lo stile dell’autore è abbastanza comprensibile; vi sono contenuti molti vocaboli francesi; deve essere letto con molta passione e possibilmente con pochissime interruzioni anche se abbastanza lungo.
Secondo il mio parere questo libro è davvero stupendo poiché, piacendomi molto la storia, è ricco di avvenimenti che ti tengono con il fiato sospeso fino alla fine della narrazione. Per tutto ciò che ho scritto lo consiglio a chi vuol davvero leggere qualcosa di bello.