"la linea d'ombra" di J. Conrad

Appunto inviato da minomiao
/5

scheda libro con trama dettagliata. Trama sintetica e commento personale del libro scritto da Joseph Conrad "La linea d’ombra" (The shadow line) (1 pagine formato doc)

Luned?/title> TITOLO: La linea d'ombra (The shadow line) AUTORE: Joseph Conrad ANNO DI PUBBLICAZIONE: 1917 CASA EDITRICE: Einaudi AMBIENTAZIONE: Oceano indiano, Bangkok TRAMA SINTETICA: Un giovane marinaio inglese, dopo 18 lunghi mesi pieni di avventure ed esperienze decise di mollare tutto, lui stesso defin?a sua scelta come un capriccio, fu cos?he abbandon? sua nave e il suo equipaggio.
Durante il suo alloggio alla “Casa del Marinaio” conobbe per? rinomato membro della marina, il capitano Giles, il quale dopo svariati tentativi riusc? convincerlo che la marina aveva ancora bisogno di lui. Dopo qualche tempo infatti venne richiamato dal capitano Ellis, “il sostituto di Nettuno”, che gli fece un'offerta irrifiutabile.
Fu cos?he la sera stessa si imbarc?rso Melita, il suo vapore, era diventato capitano. Dal giorno in cui si present?lla nave non ebbe che guai, l'equipaggio era indisponibile, la febbre tropicale li aveva colpiti quasi tutti, eccetto uno, Ransome, il cuoco tuttofare ma purtroppo non gli sar?olto utile perch?a il cuore malato. Per quattordici giorni il capitano visse sul ponte della sua nave, sentendosi raccontare dal suo secondo strane storie sull'ex capitano e sulla sua probabile maledizione, tutto questo senza un alito di vento che gli permettesse di dirigersi verso sud ed uscire dal golfo in cui erano. Il 17° giorno per?rriv? vento e grazie allo sforzo del Capitano, di Ransome e di pochi altri marinai convalescenti, la nave riusc? prendere il largo. Purtroppo per? scorte di chinino erano finite e a bordo gli unici sani erano il Capitano e Ransome, cos?hieser?uto. L'equipaggio venne lasciato a terra, e con grande sorpresa anche Ransome volle essere rimpatriato perch?li sforzi fatti per la sua nave e per il suo capitano avevano sfinito il suo cuore, nonostante questo il capitano, ripart?on la sua Melita e un nuovo equipaggio. COMMENTO PERSONALE: Ho trovato questo libro molto scorrevole e coinvolgente, nonostante i termini a volte un po' troppo tecnici. Le parti che pi? hanno colpita, sono state le riflessioni personali del Capitano che forte delle sue esperienze e convinzioni ?iuscito ad affrontare tutte le sue disavventure che qualcuno chiam?ledizione. Le parti pi?involgenti sono state favorite anche dal descrizione soggettiva delle scene drammatiche che permettono al lettore di, in qualche modo, affezionarsi ed immedesimarsi nei personaggi.