La bottega del Caffè

Appunto inviato da nikned
/5

Relazione su "La bottega del Caffè" di Carlo Goldoni (file.doc, 2 pag) (0 pagine formato doc)

Relazione su Relazione su "La bottega del Caffè" di Carlo Goldoni Autore: Carlo Goldoni Titolo: La bottega del Caffè Genere: Commedia teatrale Casa editrice: Einaudi, Firenze Copyright: 1753 Suddivisione del libro: Il libro è suddiviso in tre atti: ATTO PRIMO ATTO SECONDO ATTO TERZO Ogni atto è suddiviso a sua volta in scene.
Rapporto fabula - intreccio - narratore: La fabula e l'intreccio coincidono, siccome i fatti sono disposti in ordine cronologico e senza nessun salto temporale. Non esiste narratore, poiché si tratta di un testo teatrale, in cui i personaggi hanno un continuo dialogo. Trama:La vicenda è ambientata in una bottega da caffè, in cui si intrecciano molte azioni ad un tempo e dove ogni personaggio ha interessi e caratteristiche diversi; eppure ogni soggetto ha un rapporto con gli altri.
La storia che ha più rilevanza è quella di due sposi, molto diversi tra loro: il marito è un uomo sulla cattiva strada, indebitato e con la passione del gioco, mentre la moglie è virtuosa e paziente. Il padrone della bottega è un uomo onesto e discreto, che tenta di rendere felice questo matrimonio in crisi, correggendo l'uno e rendendo contenta l'altra. In contrasto, c'è un maldicente, che inquieta tutti e annoia chiunque entra nella bottega. Questo personaggio viene da tutti scacciato alla fine della commedia. (Questa trama è quella che Goldoni stesso ha dato per informare chi legge il libro) Personaggi:Ridolfo: il caffettiere intorno al quale ruotano gli altri personaggi; è un uomo molto riservato e corretto, ma anche di buon cuore. Don Marzio: è forse il vero protagonista della commedia; è un gentiluomo napoletano, "che non tace mai e che sempre vuole aver ragione". Questo personaggio è in netto contrasto con quello precedente e contribuisce a rendere comica ed originale la commedia. Eugenio: un mercante incosciente, sperpera i suoi soldi nel gioco, sviluppando così molti debiti a scapito della moglie. Vittoria: moglie di Eugenio, da lui molto diversa. E' virtuosa, paziente e tollerante nei confronti del marito e rimane mite anche quando viene a conoscenza delle sue brutte azioni. Flaminio: è sotto il nome di Conte Leandro; abile giocatore, dà protezione ad una ballerina e ha lasciato la moglie. Placida: la moglie di Flaminio, da lui lasciata, viene a Venezia per ritrovarlo; veste in abito da pellegrina. Lisaura: una ballerina a cui molti fanno la corte; Pandolfo: il biscazziere. Trappola: l'astuto garzone di Ridolfo. Tempo e luogo: La vicenda si svolge a Venezia, nel Settecento, in un'ampia piazza con tre botteghe: quella al centro è del caffè, quella a destra di un parrucchiere e quella a sinistra di un biscazziere. Lì vicino vi è anche la casa della ballerina e una locanda. Stile:Il libro è una commedia teatrale, quindi un intero dialogo. Le frasi sono sempre molto brevi ed essenziali. Il linguaggio è comprensibile, poiché i personaggi della commedia fanno parte di ceti non elevati, quindi non usano termini colti.