Il cavaliere inesistente: messaggio e significato dell'opera

Appunto inviato da haraiki
/5

Il cavaliere inesistente: messaggio, significato dell'opera, personaggi, ambientazione, trama, stile e biografia di Italo Calvino (2 pagine formato doc)

IL CAVALIERE INESISTENTE: MESSAGGIO E SIGNIFICATO DELL'OPERA

Scheda relativa alla lettura del libro
IL CAVALIERE INESISTENTE di Italo Calvino
Autore: notizie Biografiche (fatti salienti della vita, altre opere significative).
L’autore di questo libro è Italo Calvino (Santiago de las Vegas, Cuba 1923 - Siena 1985).

Italo Calvino da Cuba si trasferì in Italia, a Sanremo, e durante la seconda guerra mondiale partecipò alla Resistenza.
Al termine della guerra andò a Torino, iniziando a lavorare alla casa editrice Einaudi, dove strinse amicizia con Cesare Pavese ed Elio Vittorini. Per molti anni svolse compiti diversi in ambito editoriale; fra i suoi contributi più significativi: la collana di testi di narrativa "Centopagine", Il sentiero dei miti di ragno, la trilogia dei Nostri antenati, costituita da Il visconte dimezzato (1952), Il barone rampante (1957) e Il cavaliere inesistente (1959), il volume di racconti realistici Ultimo viene il corvo (1949); una linea narrativa che continuò in La speculazione edilizia e in La giornata d'uno scrutatore, entrambi del 1963.

Il cavaliere inesistente: analisi

IL CAVALIERE INESISTENTE: SIGNIFICATO ALLEGORICO

Titolo: dare spiegazioni sul titolo. Il titolo di questo libro, IL CAVALIERE INESISTENTE, inquadra perfettamente il protagonista principale, Agilulfo, uno speciale cavaliere composto solamente dalla sua armatura, perché vuota dentro, ma retta dalla sua forza di volontà.
Ambientazione: chiarire il luogo e il tempo in cui si volge il fatto narrato
Le vicende narrate in questo libro si svolgono all’età di Carlo Magno durante una guerra contro i saraceni, lungo tutta l’Europa atlantica.
Individuazione: dei personaggi principali e secondari e i loro ruoli

Il cavaliere inesistente: scheda libro

IL CAVALIERE INESISTENTE: PERSONAGGI

I personaggi principali sono:
- Agilulfo, il cavaliere fatto d’aria e di forza di volontà ma che non ha un corpo, è l’ufficiale più puntiglioso e pignolo di tutto l’esercito di Carlo Magno, è il personaggio più importante della storia;
- Rambaldo è un giovane soldato inesperto, andato in guerra per vendicare la morte del padre, che è aiutato da Agilulfo e che poi si infiamma dell’amore per Bradamante;
- Bradamante, giovane amazzone, bravissima con la spada che si innamora di Agilulfo e lo rincorre in ogni sua avventura;
- Turrismondo, giovane e cupo ufficiale che cerca di smascherare Agilulfo che credeva un impostore;

I SECONDARI
- Gurdulù, il simpatico ometto che sembrava avere un corpo e non una mente, il contrario di Agilulfo e, proprio per questa caratteristica, divenne lo scudiero di quest’ultimo per ordine di Carlo Magno;
- Safronia, la ragazza di cui Turrismondo credeva essere figlio e che Agilulfo salvò quando era una bambina;
- Priscilla, la ricca e maliziosa signora che Agilulfo incontro nel suo viaggio.