1984 di George Orwell: analisi, trama e commento

Appunto inviato da eras83
/5

Analisi del romanzo di George Orwell, 1984. Trama, analisi dei personaggi e commento del romanzo con sintesi della vita dello scrittore (5 pagine formato doc)

GEORGE ORWELL: 1984

George Orwell, il cui vero nome è Eric Arthur Blair, è nato in India nel 1903.

Trasferitosi in Inghilterra con la famiglia nel 1907, è entrato ad Eton nel 1917 dove ha collaborato alle varie riviste del college. Nel 1921 ha lasciato gli studi per l'Indian Imperial Police a Burma dove è rimasto fino al 1928. Il suo primo articolo apparve su Le Monde, nel 1928, mentre viveva a Parigi. L'anno successivo è tornato in patria e ha iniziato un lavoro di insegnamento che ben presto ha dovuto abbandonare per motivi di salute ed accettare pri-ma un lavoro part-time in una libreria e poi uno di recensore di romanzi per il New English Weekly.
Alla fine del 1936 è andato in Spagna per combatte-re tra le fila repubblicane ed è stato ferito. Fu anche corrispondente di guer-ra per l'Observer. Soffriva di tubercolosi e negli ultimi anni della sua vita è stato ricoverato spesso. E' morto nel 1950, all'età di quarantasei anni. Il suo nome è legato soprattutto alla pubblicazione di Animal Farm (La fattoria de-gli animali) e Nineteen Eighty-Four (1984), due opere pubblicate (la prima nel 1945, la seconda nel 1949) quando l'atteggiamento dell'opinione pubbli-ca occidentale nei confronti dell'ex alleato sovietico stava mutando. Orwell divenne così un autore di culto, anche se letterariamente le sue opere presen-tano moltissimi problemi per essere accettate come capolavori.

1984 di Orwell: analisi in inglese

GEORGE ORWELL 1984: TRAMA

1984, la Terra è divisa in tre grandi entità politiche Oceania, Eurasia e Estasia. Londra è la città principale dell’Oceania, su di essa vigila perenne-mente il Grande Fratello, entità onnipresente della quale però non si cono-sce l’identità. Il volere del Grande Fratello è attuato dai vari Ministeri che amministrano la società, società che è divisa, alla sua base i prolet grande massa che non ha alcun diritto ma nemmeno alcun dovere. Tutti gli altri devo-no sottostare alle regole del Grande Fratello, regole ferree, spesso, assurde fatte rispettare dalla psicopolizia con moderni teleschermi che vigilano sulla popolazione microfoni nascosti che origliano ogni minima conversazione, an-nientando così la privacy delle persone. Wiston Smith è un dipendente del Ministero delle Verità, qui svolge un lavoro di revisione di vecchi articoli ri-guardanti il Grande Fratello, il suo compito è quello di travisare la storia, una storia, un passato che Wiston vuole conoscere che non vuole cancellare e che lo perseguita, tanto, da scrivere un diario, motivo abbastanza importante per essere arrestato dalla psicopolizia. Il controllo ferreo del regime non sem-bra essere d’ostacolo a Wiston, benché, sempre accorto nei movimenti inizia a condurre un’esistenza antitetica a quella imposta dal partito. Infine si innamo-ra di Julia e dà sempre più spazio ai suoi sentimenti e ai suoi pensieri.

1984 ORWELL: ANALISI

Costretti a vivere un amore “a rate” vanno avanti nella loro storia, insieme ad un altro componente del partito, O’Brein, iniziano a collaborare con un’organizzazione clandestina, chiamata Lega della Fratellanza. Wiston e Julia non conoscono però la vera identità di O’Brein, egli è una spia che asse-condandoli nelle loro scelte conduce un doppio gioco e che ormai li intrappo-lerà. Wiston viene arrestato e sottoposto a torture e a un indescrivibile pro-cesso di degradazione, alla fine di questo trattamento egli è costretto a de-nunciare Julia.
Poi la verità più sconvolgente: il Grande Fratello non si accontenta della morte delle persone, prima, vuole il cuore e l’anima delle persone.