Il ritratto di Dorian Gray: analisi del testo

Appunto inviato da zondag
/5

Analisi del testo del romanzo di Oscar Wilde: Il ritrato di Dorian Gray e note biografiche dello scrittore irlandese dell'età vittoriana (3 pagine formato doc)

IL RITRATTO DI DORIAN GRAY: ANALISI DEL TESTO

Il ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde.

Orientarsi sul testo. A) Nota biografica e bibliografica. Wilde Oscar Fingall O’Flahertie Wills (Dublino 1854, Parigi 1900), scrittore irlandese, nato e cresciuto a Dublino in un ambiente colto e spregiudicato, studiò a Oxford dove ebbe come maestri J.Ruskin e W. Pater.
Il suo ingegno brillante e le sue pose eccentriche lo imposero rapidamente nei circoli artistici e nei salotti mondani inglesi e francesi. Alternò come residenza Parigi e Londra, con frequenti viaggi in Italia, Grecia e Nord-Africa. Nel 1882 si recò negli Stati Uniti per un ciclo di conferenze. Nel 1884 sposò Costance Lloyd, da cui ebbe due figli, ma ben presto il matrimonio naufragò e la sua amicizia con lord Alfred Douglas gli mise contro tutta l'aristocrazia e la classe dirigente di cui Wilde era stato fino a poco prima l’idolo. In un processo che suscitò enorme scalpore, Wilde fu condannato per omossesualità a due anni di lavori forzati (1895). Scontata la pena, in miseria e abbandonato da tutti, si rifugiò in Francia dove morì tre anni dopo per le conseguenze di un inferione luetica contratta in gioventù e per abuso di alcolici.
Le sue opere principali sono: Il principe felice, La casa di melograni, Una donna senza importanza, Il ventaglio di Lady Windermere, L'importanza di chiamarsi Ernesto, Un momento ideale, Deprofundis, Il ritratto di Dorian Gray.

B) Titolo dell’opera; anno e luogo della prima pubblicazione
Il romanzo “Il ritratto di Dorian Gray” è stato scritto nel 1890 e pubblicato per la prima volta nello stesso anno sul giornale americano “Lippincott’s Monthly Magazine”.

C) Genere letterario
Il romanzo appartiene alla corrente artistica dell'estetismo: in questa epoca si dà molta importanza all'aspetto estetico e alla bellezza. All'inizio del libro infatti troviamo degli aforismi che parlano e commentano l'arte e l'artista.

IL RITRATTO DI DORIAN GRAY: ANALISI PERSONAGGI

Analisi del testo. A) I personaggi.
DORIAN GRAY → è straordinariamente bello, con le labbra scarlatte dal contorno fine, i limpidi occhi azzurri, i capelli biondi inanellati. Nel suo viso c’è qualche cosa che ispira un’immediata simpatia, c’è il candore della giovinezza e della giovinezza ha anche l’appassionata purezza.  

LORD HENRY WOTTON → con le sue sottili e velenose teorie, ha acceso in Dorian la passione delle cose impossibili e che lo avrebbero portato alla rovina. È un giovane alto ed elegante; il suo viso è romantico, olivastro dall’espressione stanca, c’è qualche cosa di affascinante nella sua voce tonale, languida; anche le sue mani fresche, bianche hanno uno strano incanto: quando parla ondeggiano come una musica.
Ha un carattere molto mutevole e non manca mai di esprimere le sue idee pessimistiche e velenose che hanno influenzato negativamente Dorian Gray.

BASIL HALLWARD → è un magnifico pittore, forse un po’ ottuso, ma romantico. È rimasto affascinato dalla bellezza di Dorian e si è affezionato moltissimo a lui. È stato lui a dipingere il quadro che poi sarebbe mutato.

SYBIL VANE → è la ragazza di cui s’innamora Dorian Gray. Una giovane di neppure diciassette anni timida e gentile, un viso simile a un fiore, una piccola testa greca, fasciata di capelli neri e lisci; occhi appassionati, labbra come petali di rosa. Vive con sua madre, una donna stanca e appassita.

Il ritratto di Dorian Gray: analisi e commento

IL RITRATTO DI DORIAN GRAY: AMBIENTAZIONE

B) L’ambiente. La storia si svolge a Londra in ambienti diversi, quali la casa di Basil Hallward, la casa di Dorian Gray, il teatro dove recitava la sua sfortunata fidanzata, i grandi saloni delle case in cui si svolgevano le feste di personaggi illustri ed altri luoghi meno importanti.