Narciso e Boccadoro

Appunto inviato da bettuska
/5

Relazione del libro "Narciso e Boccadoro" di Herman Hesse con relativo commento e analisi dei personaggi e delle principali tematiche.(2 pagg., formato word) (0 pagine formato doc)

Elisabetta Chiolo Di Hermann Hesse Autore: Hermann Hesse Titolo: Narciso e Boccadoro Numero pagine: 283 Costo: 13.000 £ Casa editrice: Mondadori Anno: 1930 Riassunto del libro: Un'amicizia particolare fra due giovani, un monaco ed un artista, che personificano le due strade più opposte per raggiungere la verità intesa come punto massimo di sapienza e scopo della vita.
Lo spirito seguito da Narciso, grande pensatore serio e deciso nella scelta di vita che ha fatto, e la natura seguita da Boccadoro, animo vagabondo di un artista impulsivo cui piace immagazzinare nella sua mente immagini e ricordi, fanno vivere sensazioni diverse, diversi ragionamenti, che tuttavia porteranno alla stessa meta, perché tutto è permeato ed invaso del proprio opposto. La storia è centrata fondamentalmente sulla vita di Boccadoro che grazie al suo amico Narciso riesce a trovare la sua strada.
Scopre profondamente l'amore e l'arte e riesce a capirne la vera essenza. Boccadoro inizia il suo cammino di scolaro del convento di Mariabronn, in cui è stato portato dal padre. Dopo la conoscenza con Narciso, un giovane frate dalle straordinarie capacità intellettive, Boccadoro si rende conto, grazie all'aiuto dello stesso Narciso, che rievoca in lui il ricordo della madre, che la vita monacale non fa per lui. Presa la decisione di partire, intraprende la vita di vagabondo, senza mai abbandonare il ricordo del suo amato convento. Boccadoro si scopre uomo straordinariamente capace di amare di sentire con tanta profondità qualsiasi cosa. Ma questo lo porterà a soffrire molto, tanto da incontrarsi più volte faccia a faccia con la morte, conoscendo la realtà della peste ed arrivando anche ad uccidere un vecchio vagabondo. Durante il suo cammino non dimenticherà mai Narciso, insieme con tutte le donne che ha amato, quali Lisa, Lidia, Giulia, Lena, Rebecca, Agnese e sua madre, la cui immagine aveva quasi dimenticata, che si trasformerà poi nella sua mente come l'immagine di Eva, la madre dell'umanità, che in sé racchiude tutte le migliori qualità delle amanti, l'immagine dell'essenza della vita, ciò che c'è di più bello e puro. Narciso e Boccadoro, pur essendo molto diversi, restano sempre legati da un'amicizia molto forte, amicizia che diventerà inscindibile quando i due si ritroveranno dopo molti anni e Narciso, diventato abate, salverà la vita al suo amico, condannato a morte. Boccadoro, ospitato al convento di Narciso in qualità di artista, è vittima di una caduta da cavallo, che gli provoca una lunga agonia e la successiva morte. Commento: Questo testo tratta di amori brevi, passioni travolgenti, avventure attraverso la natura, della minaccia della peste dell'amicizia eterna che supera ogni lontananza, dell'amore per la madre e della ricerca del senso dell'esistenza. Il racconto diventa una riflessione sull'esistenza, sullo scopo della vita, sui possibili e diversi modi di viverla intensamente, incarnati nei due opposti caratteri di Narciso e Boccadoro. Il registro è alto, con alc