"Enigma" di Robert Harris

Appunto inviato da gizzone
/5

Recensione del libro di Robert Herris "Enigma" riguardante l'omonima macchina decripatrice\criptatrice usata nella 2° guerra mondiale . ( 2 pag - formato word) (0 pagine formato doc)

Paolo Rocchi RECENSIONE “Enigma” , di Robert Harris , è un romanzo che è composto da 383 pagine .
Pubblicato dalla Arnoldo Mondadori editore , è venduto al pubblico al prezzo di lire 32.000 . L'autore , conosciuto soprattutto per romanzi basati su fondi storici realistici , ripropone ancora il proprio stile in questo romanzo , le cui azioni si svolgono sullo sfondo della II guerra mondiale . C'è una guerra che si combatte al fronte, con armi tradizionali, ed una, non meno importante, che si combatte nelle retrovie, usando intuito ed intelligenza. Sullo sfondo di un evento storico realmente accaduto, in questo appassionante thriller dell'autore di "Fatherland", si muove Tom Jericho, giovane e brillante matematico: e' lui l'unico in grado di decifrare i codici "Enigma", il sistema di comunicazioni segrete messo a punto dagli specialisti del Terzo Reich.
La partita decisiva si gioca fra i capannoni di Bletchley Park, luogo misterioso fuori Londra, dove operano i migliori crittoanalisti britannici. Storia d'amore e di spionaggio sul filo di una disperata lotta contro il tempo. Mistero e tessitura dell'intrigo , questa storia da' al lettore uno squarcio storico della II guerra mondiale , in particolare dal punto dell'Europa . In Inghilterra non lontano da Cambridge nella città di Bletchley, viene fondato un centro di crittografia al fine di rompere il codice dei segnali tedeschi , che utilizzando l' “Enigma machine”, una delle più famose macchine di crittazione e decrittazione che decise in modo radicale le sorti del secondo conflitto mondiale , si scambiano messaggi cifrati via radio . Matematico dell'università di Cambridge giovane e brillante, Tom Jericho era entrato il forza della crittografia a Bletchley durante i primi palcoscenici della guerra , quando il complesso era ancora alle origini . Simulando il meccanismo di un orologio cercò di rompere il codice dell'enigma , basato su principi elettromeccanici , tramite dei rotori e dei rispettivi circuiti che permettevano la cifrazione e la decifrazione dei messaggi . Il povero protagonista , però , si lascia catturare ben presto dal fascino della futura vittoria in campo matematico tanto che andò incontro ad un esaurimento nervoso che solo con un lungo periodo di riposo avrebbe potuto curare adeguatamente . Durante il periodo di terapia per guarire la propria malattia , a Cambridge hanno bisogno di lui, che fu chiamato a comparire improvvisamente nell'ormai trasformato Bletchley Park , luogo diventato indipendente e dove dai 20 operatori matematici , si era passato a ben 2500 operatori , tra matematici , statistici e studiosi della lingua . La soluzione del codice precedente non risolveva quello intercettato negli ultimi messaggi . Sarà in grado di rompere il nuovo codice , Jericho ? Una corsa contro il tempo per svelare il mistero ancora più stimolante quando si aggiunge la scomparsa della prima ragazza di Jerico, altro enigma della complessa vicenda . C'è stato un semplic