La fattoria degli animali: riassunto e analisi

Appunto inviato da sem82
/5

Scheda di lettura del romanzo di George Orwell, La fattoria degli animali: riassunto, analisi del testo e dei personaggi (4 pagine formato doc)

LA FATTORIA DEGLI ANIMALI: RIASSUNTO E ANALISI

Scheda di lettura del romanzo La fattoria degli animali.


Autore: Erik Arthur Blair, che firmerà i suoi romanzi con George Orwell.
Titolo originale: Animal Farm
Titolo della traduzione italiana: La Fattoria degli Animali
Edizione originale: Secker & Warburg, Londra, 1944
Edizione letta: Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 1996

LA FATTORIA DEGLI ANIMALI: RIASSUNTO

Fabula e intreccio. Sintesi dell’opera articolata in macrosequenze.
1)     Il vecchio Maggiore espone agli animali della fattoria il sogno che ha fatto, cioè le fattorie di tutta Inghilterra gestite dagli animali e non dagli uomini.
2)     Dopo poco tempo gli animali operano una rivoluzione, cacciano il padrone Jones e prendono il controllo della  fattoria.

Sotto la direzione, che appare giusta, dei maiali tutto va bene e le condizioni di vita degli animali migliorano.
3)     Napoleon ( un maiale ) caccia con la forza Palla di Neve ( un altro maiale, il quale ha autorità nella fattoria) e si pone a capo degli animali e ti tutti i beni, con l’aiuto di clarinetto ( altro maiale ) e dei cani. Napoleon si impone sempre di più, fa lavorare gli animali più intensamente, abbassa le razioni di cibo, migliorando invece il tenore di vita dei maiali.
4)     Conclusione : il romanzo termina con i maiali che diventano come gli uomini.

La fattoria degli animali: scheda libro

LA FATTORIA DEGLI ANIMALI: TRAMA

Caratteristiche della fabula. La fabula appare molto chiara e lo svolgimento logico e cronologico dei fatti lo si può ricostruire con chiarezza e semplicità. E’ mediamente estesa nel tempo occupando un periodo di alcuni anni. La fabula, in quanto nuda successione dei fatti, appare un elemento importante nel romanzo, in quanto esso narra l’evolversi di una situazione.
Caratteristiche dell’intreccio. La sfasatura tra la fabula e l’intreccio è parziale, ma molto vicina alla fabula. Troviamo alcune prolessi ( ad esempio quando non si trova Mollie e si dice che verrà poi ritrovata nascosta nel fieno ). Troviamo anche varie ellissi ( ad esempio quasi tutte le volte che il narratore da indicazioni temporali, egli opera una ellissi ). Quando si parla delle presunte bravate notturne di Palla di Neve vi sono anche delle prolessi. In generale l’intreccio è poco articolato e prevale la fabula.
Narratore. Il narratore occupa una posizione esterna e prevale una focalizzazione esterna. Ciò è molto importante per la riuscita artistica del romanzo. Infatti, con la scelta di un punto di vista principalmente esterno ( anche se a volte non mancano punti dove il narratore assuma una focalizzazione interna, per esempio quando ci parla delle massime di Gondrano ) aiuta il lettore ad entrare nei panni degli animali in modo libero e non influenzato dalla conoscenza dei piani dei maiali, ma allo stesso momento permette al narratario di farsi un giudizio personale su quest’ultimi.

LA FATTORIA DEGLI ANIMALI: PERSONAGGI

Personaggi. Prima di passare a una descrizione dei personaggi, è bene prendere in esame in modo sommario il sistema dei personaggi. Abbiamo sostanzialmente tre blocchi contrapposti : Jones, agente peggioratore, Gli animali, Pazienti influenzati e vittime, e i maiali, agenti influenzatori e peggioratori (Palla di Neve assume il ruolo di agente miglioratore prima, ma poi di vittima).