Il ritratto di Dorian Gray: scheda libro e analisi

Appunto inviato da laeli
/5

Scheda libro e analisi del romanzo di Oscar Wilde: autore e contesto storico-sociale, genere, personaggi, ambientazione, tempo, trama, temi, tecniche narrative e scelte linguistiche (4 pagine formato doc)

IL RITRATTO DI DORIAN GRAY SCHEDA LIBRO

Scheda di lettura "Il ritratto di Dorian Gray" di Oscar Wilde.

Autore e contesto storico-sociale. Oscar Wilde; nacque a Dublino nel 1854. Durante gli studi ad Oxford, subì l'influsso
delle idee estetiche di Ruskin e Pater. Faceva frequenti visite a Parigi dove studiò anche pittura. Incontrò subito il favore della critica e degli editori con i primi poemi e con le conferenze da lui tenute in America, con le quali divulgava le dottrine sull'estetismo.
Scrisse fiabe, racconti, il romanzo “Il ritratto di Dorian Gray” (1890), commedie (L'importanza di chiamarsi Ernesto, 1895), raccolte di saggi.

Uomo di grande talento letterario ed artistico, esponente dell'estetismo e del decadentismo inglesi, Wilde subì pesanti attacchi alla sua vita privata e nel 1895 fu condannato per omosessualità a due anni di lavori forzati.
Frutto della prigionia fu il De profundis, pubblicato interamente solo nel 1949.
Morì a Parigi nel 1900.
La sua brillante conversazione e i suoi modi umani e cortesi ne fecero una figura popolare nei salotti della buona società del tempo.
Egli incarnava la figura del dandy, ovvero dell'artista tutto dedito alla ricerca del piacere in ogni sua forma rara e squisita, per cui la bellezza sostituisce ogni valore morale. Volle creare un vero mito di se stesso, vivendo la propria vita come un'opera d'arte, e si mostrò capace di amministrare abilmente la notorietà, dovuta alle sue pose eccentriche, in funzione del successo letterario.
 
"The picture of Dorian Gray", romanzo di Oscar Wilde (1854-1900), fu pubblicato nel 1890 a puntate nel Lippincott's Magazine e in volume l'anno successivo a Londra.

Genere. Il testo narrativo in questione appartiene al genere del romanzo decadentista.

Il ritratto di Dorian Gray: scheda libro

IL RITRATTO DI DORIAN GRAY PERSONAGGI

Personaggi. Possiamo suddividere i personaggi in due categorie:
I protagonisti fautori dell’immoralità e della falsità, come Dorian Gray e Lord Wotton;
Gli antagonisti che inconsapevolmente si oppongono alla scelta dei primi, ma da essi vengono sopraffatti, come il pittore Basil Hallward, la giovane attrice Sybil Vane, suo fratello James e il chimico Alan Campbell, che si suicida, vittima di un'atroce amicizia.
Sullo sfondo, la folla di uomini e donne della società londinese e dei bassifondi, più o meno accennati ed individuati. Nella parte finale del romanzo
l'autore accenna ad un personaggio, una giovane ragazza, Hatty, che non appare direttamente nella storia, ma viene presentata dal ricordo di Dorian.
I personaggi vengono presentati nei loro caratteri fisici, ma in modo idealizzato e stereotipato. Di Dorian Gray viene messa in evidenza la
bellezza e la soavità, tramite l'accenno ai riccioli biondi, agli occhi azzurri, alle labbra rosse ben delineate. Lord Henry è descritto come un giovane alto e
aggraziato, con il viso olivastro, con la voce bassa e le mani "bianche e fresche come fiori".
La descrizione psicologica dei personaggi si scopre dai ripetuti dialoghi e dalle riflessioni interne. Il protagonista subisce all'inizio una trasformazione, sotto l'influenza di Lord Henry, che lo porta a deformare la sua personalità, ad esternare in maniera alterata un lato del suo carattere.
Dopodiché, per tutto il romanzo, egli si mostrerà costante nella sua scelta, sempre condizionato dalle idee di Lord Henry, non riesce più ad essere padrone di se stesso.

IL RITRATTO DI DORIAN GRAY AMBIENTE

Ambiente. La storia è ambientata nella capitale del Regno Unito e nelle vicine località di campagna. Si svolge soprattutto in ambienti interni: lo studio del pittore Basil Hallward, dove avviene il fatidico incontro fra il protagonista Dorian Gray e Lord Henry Wotton, le loro rispettive abitazioni, in particolare, la soffitta della casa di Dorian Gray, ed altre abitazioni delle nobili signore londinesi.
Rilevante è la descrizione dei ricchi giardini. Nel capitolo XVI c'è uno scorcio sui sobborghi malfamati di Londra. Inoltre sono presenti i teatri, in particolare il
piccolo teatro nel quale recita Sybil Vane, luoghi importantissimi nel racconto, se è vero che l'arte è vita e realtà, secondo l'assurda logica del protagonista.
In genere questi  luoghi costituiscono un giusto sfondo per le vicende e i caratteri dei personaggi, proprio perché esageratamente raffinati, con sfumature di finzione.