La Sposa Normanna

Appunto inviato da domega
/5

Recensione e analisi del libro di Carla Maria Russo "La sposa normanna" (2 pagine formato doc)

Elena Golinelli III L
Titolo: La Sposa Normanna
Autore: Carla Maria Russo 
Editore: Piemme

L’autrice Carla Maria Russo si impegna con “la sposa normanna”  nella composizione del suo primo romanzo storico.
Ispirata dalla lettura della Divina Commedia, che le ha aperto una finestra sul mondo medievale dantesco, ha scelto come protagonista del suo romanzo Costanza d’Altavilla, alla quale Dante dedica alcuni versi. 


Il romanzo, pubblicato nel 2004 edito da Piemme, comincia nel 1185 a Palermo, dal momento in cui Costanza d’Altavilla, ultima erede della dinastia normanna che guida il Regno di Sicilia, è costretta a rinnegare i voti monacali e rientrare a corte.
A Costanza trentenne, zia del re, viene perciò affidato il futuro della dinastia: dovrà convolare a nozze con Enrico di Svevia, il giovane figlio dell’Imperatore Federico il Barbarossa.


Un matrimonio dettato dalla ragion di Stato che dovrà essere coronato dal concepimento di un erede. Ma questo matrimonio, spinto dall’Imperatore e da De Mill, consigliere del re Guglielmo, è visto come una minaccia da gran parte dei baroni normanni; ad osteggiarlo c’è anche il Papato che attraverso il suo inviato il perfido Gualtieri di Palearia, cercherà di impedire la creazione di un potere enorme con l’unione delle due corone.


.