Colture foraggere

Appunto inviato da capemaglio
/5

Schema contenente le colture foraggere di interesse zootecnico più importanti, con relativi valori nutritivi. (2 pagine formato doc)

COLTURE FORAGGERE COLTURE FORAGGERE FAMIGLIA SPECIE GRAMINACEE AVENA ORZO SEGALE SORGO MAIS FESTUCA ERBA MAZZOLINA CODA DI TOPO BRASSICACEE RAVIZZONE COLZA RAPA CHENOPODIACEE BIETOLA DA FORAGGIO LEGUMINOSE ERBA MEDICA TRIFOGLIO PRATENSE TRIFOGLIO BIANCO LUPINELLA SULLA FAVA SOIA VECCIA LEGUMINOSE SULLA Sup.
tot. Coltivata 252.000ha quasi tutti nel meridione. Pianta perenne, climi caldi ad inverni miti; dura max 2-3 anni. Produce circa 700-800 qli di erba fresca, pari a circa 130-150 qli di fieno. sost. Secca pari a 91.2%, 720 Kg di proteine grezze. Il valore nutritivo è di circa 6000/8000 U.F. LUPINELLA Maggiormente praticata nel sud Italia, con 101.000 ha coltivati.
Si addice a terreni calcarei, poco fertili. La prod. di fieno è di circa 40-100 qli ad ha; il valore nutritivo è di 2500/3500 U.F.. 88% di sost. secca, 182 Kg di proteine. ERBA MEDICA La coltura più praticata con i soui 1.450.000 ha di superficie. Coltivata soprattutto al nord; ha radice fittonante, resiste alla siccità, preferisce terreni profondi, freschi e ricchi di sostanze nutritive. Dura max 3-4 anni; si possono eseguire max 5 sfalci all'anno. Il primo taglio si esegue quando alla base della pianta si formano i getti, solitamente verso la fine di maggio. Il 2° - 3° e 4° taglio vengono eseguiti quando sono fiorite il 10% delle piante; il 5° taglio va eseguito con la stessa indicazione del 1°. Ritardando il taglio aumenta la prod. di sostanza secca a danno della qualità; anticipando il taglio, invece, si ha una minore prod. di sost. secca ma con una qualità maggiore (maggiore contenuto proteico e U.F.). Per ottenere un maggiore contenuto in proteina si dovrà sfalciare nella fase precoce; per ottenere un maggior contenuto in energia si dovrà sfalciare all'inizio della fioritura. Prod. va dai 1000 ai 1700 qli ad ha di erba; circa 130 qli ad ha di fieno che corrisponde a 100 qli ad ha di sost. secca. U.F. pari a circa 6000/8000; 735 Kg di proteine. TRIFOGLIO PRATENSE Concentrata quasi totalmente al nord, sup. coltivata tot. di circa 216.000 ha. Specie perenne, radice fittonante, preferisce clima fresco e molta acqua. Da 3/5 sfalci all'anno, prod. 300/500 qli ad ha di prodotto fresco; 5-6 t ad ha di fieno; 86% di sost. secca; 17-18% di proteine digeribili; U.F. 3000/4000. TRIFOGLIO BIANCO 184.000 ha di superficie coltivata; 12 t ad ha di fieno; 84& di sost. secca; 18/19% di proteine digeribili. U.F. 6000/8000. FAVA Da consumare verde o insilata, raccolta a maturazione cerosa; 30-50 t/ha di prod. fresco; 17-18% di sost. secca; 20% di protidi grezzi. VECCIA 20-30 t/ha di prod. fresco; 16-18% di sost. secca. SOIA Fusto eretto rivestito di una sottile peluria; foglie trifogliate; piccoli fiori bianchi; baccelli con 1-4 semi. Matura nell'arco di 100-150 giorni. I semi hanno forma sferoidale e vanno dal giallo al nero, al marrone o al verde; sono composti per il 20% da olio e per il 40% da proteine. Raccolta in settembre per colture principali, con prod. di 35/40 qli ad ha di semi; in ott