Primo principio fondamentale della Costituzione Italiana: spiegazione

Appunto inviato da megcatcher
/5

Tema svolto che spiega l'articolo 1 della Costituzione Italiana: "La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione" (3 pagine formato txt)

PRIMO PRINCIPIO FONDAMENTALE DELLA COSTITUZIONE ITALIANA: SPIEGAZIONE

La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione".

Per comprendere e commentare questo principio fondamentale della Costituzione italiana, è bene chiarirsi le idee sul concetto di sovranità. Cercando su un qualsiasi dizionario della lingua italiana, il significato che troverete sarà approssimativamente sarà “potere assoluto di comando”. Questo ci fa dunque intuire che il popolo, ovvero l’insieme di tutti coloro che come me hanno la cittadinanza italiana, ha potere assoluto di comando sullo Stato Italiano.
Naturalmente questo potere è regolato dalla
Costituzione e dalle varie leggi. Spiegato in questo modo, può sembrare logico e scontato che nel 2010 tutti abbiano stessi diritti e stessi doveri all’interno di uno Stato. Non lo è però, se si considera che solo sessantadue anni fa in Italia era presente un tipo di governo monarchico, in realtà assoggettato dalla dittatura di Benito Mussolini.

La Costituzione Italiana: riassunto


ARTICOLO 1 COSTITUZIONE: SPIEGAZIONE

In quell’epoca, infatti, il popolo esercitava ben poco quella sovranità, di cui oggi possiamo godere: non si conosceva il significato di libertà di parola, dibattito politico, pluralità dei partiti. Monarchia e dittatura significano appunto potere accentrato nelle mani di una sola persona: il monarca, o nel secondo caso, il dittatore. Dopo la caduta della dittatura e la fine della Seconda Guerra Mondiale, il 2 giugno 1946 si svolsero le prime votazioni a suffragio universale e venne così proclamata la Repubblica, mentre il 1^ gennaio 1948 entrò in vigore la Costituzione italiana. Oggi quindi, indirettamente o direttamente, attraverso referendum, elezioni, proposte di legge, petizione popolari, sindacati, partecipiamo alla vita politica e sociale del Paese. Scrivere “partecipiamo”, non è però del tutto corretto, poiché io, come tanti altri, essendo minorenne, non ho ancora quel diritto di prendere parte alla politica e di esercitare la mia parte i sovranità.

Cos'è la Costituzione Italiana: riassunto


L'ARTICOLO 1 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA: SPIEGAZIONE

Allora i minorenni non sono cittadini? No, è cittadino italiano per nascita, chiunque nato da padre o madre italiano, in Italia. Inoltre, lo Statuto delle studentesse e degli studenti ci riconosce tale condizione e ci permette di partecipare agli organi rappresentativi e di governo a scuola.
Il motivo però per cui non mi è permesso, per esempio, di votare, è perché arrivare a una certa maturità politica richiede un percorso piuttosto lungo; bisogna saper mettere a confronto pensieri, opinioni diverse, su argomenti a cui per il momento non mi interesso molto, perché sono lontani dalla mia realtà. Di conseguenza le mie conoscenze non sono abbastanza approfondite e chiare da permettermi di esprimere un giudizio in merito.