testo argomentativo sull'affermazione "tutto è relativo"

Appunto inviato da chimnei
/5

Come possiamo affermare che quello di cui siamo convinti è convinzione anche per gli altri? Una potenziale proposta dalla filosofia greca. (1 pagine formato doc)

Come possiamo affermare che quello di cui siamo convinti è il vero Premoli Anna 3F 10/11/2004 TESTO ARGOMENTATIVO SULL' AFFERMAZIONE “TUTTO E' RELATIVO” Come possiamo affermare che quello di cui siamo convinti è convinzione anche per gli altri? Ciò che per una persona può risultare apprezzabile, per un'altra può non esserlo.
Io posso apprezzare un libro che invece un mio coetaneo potrebbe ritenere noioso, o ancora meglio si arriverebbe a divergenze più forti se facessimo il confronto fra generazioni diverse che sono magari contraddistinte da esperienze, educazione e vissuti differenti che possono influenzare notevolmente una persona. Se per esempio un ragazzo ritiene divertente passare la notte a ballare in mezzo al caos di una discoteca per ore intere, un anziano non lo tollererebbe mai e per di più potrebbe anche ritenerlo pericoloso e riprovevole.
Un altro esempio, forse il più significativo, ci è dato dalla classificazione fra ciò che è bello e ciò che non lo è. Infatti la bellezza è relativa e può variare a seconda di gusti, età, tradizione e anche nazionalità. Infatti capita spesso che ci siano divergenze sul valutare la bellezza di una persona, di un dipinto, di un edificio, di un abito. E per di più se ai gusti personali aggiungiamo altri fattori, le divergenze si accentuano notevolmente. Per esempio se facessimo valutare la bellezza di una donna musulmana da una uomo della stessa nazionalità di questa e da un altro occidentale otterremo due apprezzamenti differenti. Anche la felicità può variare a seconda di una situazione e dei sentimenti che prova la persona che la vive. Infatti se alcuni sono felici per una vittoria, altri saranno tristi perché quella vittoria è magari costata a loro una sconfitta. Consideriamo quindi ogni aspetto che ci circonda nella vita di tutti i giorni relativo, in quanto non avremo mai un parere assoluto che ci accomuni su un argomento. Ma se tutto è relativo, non è forse vero che anche la mia tesi lo è?