Terremoto in Abruzzo: tema svolto

Appunto inviato da sofialarosa
/5

Breve elaborato sul drammatico terremoto che ha colpito l'Abruzzo nel 2009. Tema svolto sul terremoto in Abruzzo (1 pagine formato txt)

TERREMOTO IN ABRUZZO: TEMA SVOLTO

L'Italia è un paese ad elevato rischio sismico per le caratteristiche di sismicità del suo territorio, per la fragilità del pa L'Italia è un paese ad elevato rischio sismico per le caratteristiche di sismicità del suo territorio, per la fragilità del patrimonio abitativo, in gran parte rappresentato da vecchi edifici, per la presenza di un consistente patrimonio storico ed artistico.

Tutto ciò significa che i terremoti nel nostro paese, sono una minaccia concreta che può colpire quando meno ce lo aspettiamo, causando moltissimi danni.

Tema sul terremoto in Abruzzo nel 2009 con commento

TERREMOTO IN ABRUZZO 2009 TEMA

La maledizione del terremoto in Abruzzo è arrivata in piena notte, alle 3.32, come un "castigo" improvviso e spietato. Un'autentica punizione, nascosta a 5 chilometri di profondità e a circa poco più di un chilometro dal centro dell'Aquila, che ha sprigionato la sua violenza inaudita contro centinaia di migliaia di persone che ancora dormivano e radendo al suolo decine di migliaia di case, infrastrutture, monumenti, edifici storici, ospedali, università.

Il bilancio è di quasi 300 morti finora accertati, oltre 1.500 i feriti, settantamila le persone che hanno dovuto abbandonare le case inagibili che sono circa il 50 per cento.
I paesi colpiti. Sono molti, oltre a l'Aquila. La situazione più drammatica è nel capoluogo e in alcune delle sue frazioni come Onna, rasa quasi completamente al suolo, e Paganica, dove le persone rimaste sotto le macerie si contano a decine. Ma è il centro storico dell'Aquila ad aver subìto i danni di maggiore rilievo, con numerosi crolli, moltissimi edifici lesionati e alcuni palazzi crollati completamente. Crolli che hanno coinvolto anche la Casa dello Studente e alcuni edifici dell'università.

Tema sui terremoti e maremoti

TEMA SVOLTO TERREMOTO IN ABRUZZO

Innumerevoli i casi di solidarietà e in certe circostanze persino di eroismo da parte di persone dedite al salvagaggio di anziani bloccati nelle abitazioni, o alla cura di bambini spaventati o gente in difficoltà. Molti anziani debbono la loro vita a tanti atti di abnegazione di persone che si sono gettate fra le macerie, con il rischio di rimanere travolte da altri crolli, per estrarre persone rimaste incastrate.
Credo che la cosa peggiore che un essere umano possa provare nella propria vita sia l'impotenza di fronte alle avversità: in questi giorni gli abitanti delle zone che hanno subito le devastazioni del terremoto stanno combattendo contro l'impotenza di fronte alla forza maledetta della natura, di fronte alla perdita delle persone care, dei propri beni, dei propri ricordi. Non ci sono parole.
Un pensiero va a tutte le vittime di questa catastrofe naturale, e a coloro che sopravvissuti, dovranno ricomiciare da zero.

Temi svoltiGuida al tema sull'adolescenzaGuida al tema sull'immigrazioneGuida al tema sull'amiciziaGuida al tema sul femminicidioGuida al tema sul NataleGuida al tema sui social network e i giovaniGuida al tema sui giovani e la crisi economicaGuida al tema sul rapporto tra i giovani e la musicaGuida al tema sulla comunicazione ieri e oggiGuida al tema sulla famigliaGuida al tema sull'amore e l'innamoramentoGuida al tema sull'alimentazioneGuida al tema sullo sport e sui suoi valoriGuida al tema sulle dipendenze da droga, alcol e fumoGuida al tema sulla ricerca della felicitàGuida al tema sul bullismo e sul cyberbullismoGuida al tema sulla globalizzazioneGuida al tema sul razzismoGuida al tema sulla fame nel mondoGuida al tema sull'eutanasia e l'accanimento terapeuticoGuida al tema sulla libertà di pensieroGuida al tema sulla mafia