Che cos'è l'eutanasia: tema

Appunto inviato da nikistar90
/5

Tema svolto sul problema dell'eutanasia: definizione, pro e contro (1 pagine formato doc)

EUTANASIA COS'E'

L’eutanasia, parola greca che significa “dolce morte”, e oggi discussa nella maggior parte dei paesi consiste nell’assecondare  e quindi accogliere la richiesta espressa consapevolmente da un malato in fin di vita afflitto da grande sofferenza, di essere aiutato a morire.

I sondaggi rivelano che l’opinione pubblica è sempre piu favorevole a consentire che i “malati terminali” decidano della loro vita, ma la percentuale dei favorevoli all’eutanasia diminuisce quando la decisione iene presa da persone che non sono in grado di formulare una richiesta consapevole.
All’eutanasia si contrappone l’accanimento terapeutico, che spesso viene confuso con il dovere di cura, oggi infatti grazie alla possibilità rese possibili dalla tecnica si riesce a ritardare la morte naturale attraverso tecniche di rianimazione e macchinari che supportano o simulano le funzioni vitali.

Saggio breve sull'eutanasia

EUTANASIA: DEFINIZIONE

È il caso di welby. Un uomo di circa 60 anni colpito da distrofia muscolare, costretto a stare in un letto senzamuoversi, attaccato a dei macchinari. Quest’uomo sta chiedendo di essere lascito morire , la sua vita è sofferenza. Ma a causa di continui dove non si giunge ad una conclusione lo si obbliga ad un’esistenza senza significato. A questo  punto mi chiedo: ma la vita è ciò che ognuno di noi pensa? O è ciò ke pensa la maggioranza ? secondo welby la vita che conduce non è la vita  come lui la intende , perché la vita è alzarsi daò letto, muoversi, respirare snza bisogno di un apparecchio meccanico. La vita è scrivere comunicare con il resto del mondo. Penso che quando un malato terminale come welby decide di rinunciare agli affetti, ai ricordi,alle amicizie, alla vita e chiede di mettere fine ad una sopravvivenza crudelmente biologica ci deve essere qualcosa di profondo dietro. Ho sempre messo in primo piano la libertà delle scelte individuali quindi nn posso che appoggiare  la sua richiesta che altri vogliono ostacolare.

Eutanasia: saggio breve

EUTANASIA PASSIVA E ATTIVA

Ma ritengo opportuno fare una differenza tra l’eutanasia passiva da ma accettata ,che si può configurare come rinuncia all’accanimento terapeutico,ossia nei casi in cui la morte del malato sia ritenuta imminente ed inevitabile senza l’aiuto dei macchinari come nel caso di welby e l’eutanasia attiva dove si provoca volontariamente la morte del malato attraverso la somministrazione di farmaci letali. Ognuno di noi dovrebbe capire che non ci si trova in presenza di uno scontro su chi è favorevole alla vita e chi è favorevole alla morte. Tutti i malati vorrebbero guarire e non morire.