Amleto: riassunto e personaggi

Appunto inviato da saracola483
/5

Riassunto su Amleto visto sotto il punto di vista del rapporto con la madre, la vendetta e il linguaggio utilizzato da Shakespeare (3 pagine formato doc)

AMLETO RIASSUNTO

Saggio su Amleto. L’Amleto di William Shakespeare fu scritto fra il 1600 e il 1601 e apre la seconda fase della tragedia di Shakespeare.
Ci sono tre versioni di questo poema, la prima del 1603, la seconda del 1604 e l’ultima nel 1623. Quella tutt’oggi letta è un insieme delle ultime due.
La tragedia è divisa in quattro atti:
• Prima fase: sugli spalti del castello gli compare lo spettro del padre, re di Danimarca, da poco morto. Egli rivela al figlio di essere stato avvelenato dal proprio fratello, Claudio, salito in seguito sul trono e sposatosi con la madre. Amleto decide perciò di vendicarlo e per far ciò si fingerà pazzo.
• Seconda fase: Amleto è spiato da Claudio e dal proprio ciambellano, Polonio. Nella sua pazzia simulata respinge Ofelia, la sua amata, figlia di Polonio.
 

Amleto: analisi, riassunto e personaggi

AMLETO PERSONAGGI

L’arrivo di una compagnia di commedianti da modo ad Amleto di simulare il dramma che è successo al padre. Re Claudio ne esce sconvolto.
• Terza fase: Un ina discussione con la madre, la accusa di essere una traditrice e incestuosa. Qui, assassina Polonio il quale si era nascosto per ascoltare la discussione. In seguito viene mandato in Inghilterra per essere ucciso, ma capito il motivo, si salva. Ofelia intanto impazzisce per la morte del padre e si suicida buttandosi in un fiume.
• Quarta fase: Laerte, fratello di Ofelia, vuole vendicare i proprio parenti e giura vendetta a Amleto. Questi tornato dall’Inghilterra si scontra con Laerte. In questo scontro sanguinoso perdono la vita entrambi, come anche la Regina e il re.
 

AMLETO TRAMA

La trama come è stata spiegata brevemente, non è semplice ma è piuttosto complicata basata sulla “pazzia” di Amleto ma soprattutto sulla vendetta. Il poema è metà scritto sulla vita di Amleto, immagine emblematica del’uomo moderno, pieno di dubbi incertezze e difficili decisioni che deve prendere, come quella di vendicare il padre. Qui si vede come Amleto abbia un totale conflitto dentro se stesso e sia un uomo problematico; infatti l’autore analizza il personaggio, ne rivela le fragilità, i sogni, le paure, in modo così profondo da rendere partecipe tutti i lettori: i suoi dubbi e le sue esitazioni trasformano il racconto di una vendetta in una questione morale.
Shakespeare riesce a mettere in luce queste complessità, variando continuamente il linguaggio, da crudo e forte, quando Amleto rifiuta Ofelia “Che cosa dovrebbero fare le persone che, come me, strisciano fra il cielo e la terra? Siamo canaglie matricolate tutti quanti Non devi credere a nessuno di noi. Vattene per la tua strada in convento”, a un linguaggio saggio e pieno di malinconia quando fa il monologo interiore “A questo modo, tutti ci rende vili la coscienza, e l’incarnato naturale della risoluzione è reso malsano dalla pallida tinta del pensiero, e imprese di gran momento e conseguenza, deviano per questo scrupolo le loro correndi, e prendono il nome di azioni”.