Gertrude dei "Promessi Sposi"

Appunto inviato da mariuccia95
/5

Descrizione dettaglia del personaggio dei "Promessi Sposi". (3 pagine formato doc)

Gertrude è uno dei personaggi de “I Promessi Sposi”, esistito realmente sotto il nome di Maria Anna de Leyva (suor Maria Virginia in convento), di cui abbiamo delle informazioni grazie a Manzoni, il quale le estrasse dagli atti del processo.
Il procedimento giudiziario che le fu fatto intorno al 1600 si aprì poiché era accusata di violenze, assassini e prostituzione dopo il quale venne murata viva per diversi anni.

TEMA SULA PERSONAGGIO DI GERTRUDE (Clicca qui >>)


Nel romanzo si racconta che quando la madre la aspettava, benché non fosse ancora nata, i genitori sapevano già che avrebbe condotto una vita monacale e, se fosse stato del sesso apposto anch’esso sarebbe diventato monaco.
In lei fu fatta una violenza psicologica poiché da bambina i sui primi giochi rappresentavano delle monache , o santini vestiti da quest’ultime.

GERTRUDE NEI "PROMESSI SPOSI" (Clicca qui >>)


Quando volevano farle un complimento per la sua bellezza la paragonavano a una madre badessa, e ogni volta che usava qualche modo di fare imperioso le si diceva che quelle maniere non le convenivano e che avrebbe potuto comandar gli altri e fere alto e basso solo quando sarebbe diventata madre superiora.
Attraverso tutti questi gesti la si voleva portare ad amare la vita monacale, non facendola apparire come un qualcosa già scelto per lei e senza dirglielo direttamente.

EDUCAZIONE DI GERTRUDE, LA MONACA DI MONZA (Clicca qui >>)


A sei anni fu mandata in monastero, dove grazie alla nobiltà del padre fu trattata con tutti i riguardi: quelle carezze che le venivano fatte le apprezzava particolarmente, non solo perché quelle attenzioni le facevano piacere, ma anche perché venivano concesse solo a lei; in quel luogo però vi erano anche le monache che la compativano poiché anche loro avevano ricevuto una vocazione forzata.