La prostituzione

Appunto inviato da mariamarchitelli
/5

Elaborato, ricco di considerazioni personali, su un tema di attualità (3 pagine formato doc)

Il termine ''prostituta'' spesso,viene utilizzato x delineare una figura di donna superficiale,senza pudore e piena di aggressivita..da molti viene delineata come la ragazza ''passeggiatrice'' e si ha una conclusione scontata a suo riguardo.ma nessuno si sofferma sui motivi x il quale essa spreca la sua vita e soprattutto il suo corpo o chi al suo posto decide x lei.dacia maraini,nota scrittrice italiana,nel corriere della sera pubblica il suo pensiero e mette a fuoco 2 importanti problemi.

la violenza e la prostituzione.per esporre l'argomento ci propone un episodio di cronaca.a roma,in una metropoitana,una ragazza viene uccisa da una prostituta rumena,probabilmente a causa di un diverbio,infilandole nell'occhio la punta di un ombrello.un gesto molto violento e pieno di ira.la scrittrice pensa che nn venga mai data troppa importanza a queste problematiche spesso accantonate.inoltre la domanda che la srittrice si pone e perche qste ragazze vengono portate in italia e soprattutto ki le porta qui e ne approfitta.

secondo le statistiche dell'onu infatti,il numero delle prostitute portate in italia aumenta sempre piu.esse sono emarginate dalla società,considerate diverse e sicuramente dai propri ''padraoni'' gli viene negata qualsiasi forma di cultura e vengono trattate come schiave..io penso ke la loro violenza la loro ira,come nel caso di cronaca citato, non e giustificabile ma puo essere compresa dal fatto ke vivono completamente senza amore e rispetto..il che fa scaturire in loro un profondo senso di insoddisfazione e annulamento.
.