Tema su Boccaccio e Decameron

Appunto inviato da cere29
/5

Tema svolto su Giovanni Boccaccio e Decameron per un giornale scolastico o per un compito in classe (2 pagine formato doc)

TEMA SU BOCCACCIO E DECAMERON

Titolo:  Il realismo descrittivo del Decameron
DESTINAZIONE EDITORIALE:  Giornalino scolastico
L’acutezza e l’oggettività nel descrivere la società in un’opera sia essa un trattato, una novella o un testo poetico è una costante spesso molto complicata.

Non sempre infatti si riesce a mantenere una posizione esterna al testo, finendo per preferire una condizione rispetto ad un’altra. Risulta quindi abile e capace quello scrittore che gestisce le proprie idee moderandole, riuscendo a mostrare un piano nitido e chiaro di ciò che funge da sfondo alle vicende narrate.
Motivo esemplare di qui sopra è riscontrabile nel capolavoro del genere novellistico il Decameron del poeta fiorentino Giovanni Boccaccio, una raccolta di 100 novelle raccontate da 10 giovani fuggiti in campagna dopo lo scoppio della peste bubbonica nel capoluogo toscano.

Tema su Boccaccio

TEMA SU BOCCACCIO, SCUOLA MEDIA

Dalla lettura del testo si possono desumere caratteristici elementi della cultura trecentesca italiana; numerosi sono infatti i riferimenti alle due classi dominanti la società medievale: il ceto aristocratico/feudale, padre dei valori etici e la borghesia, cuore pulsante dell’economia comunale.  La bravura di Boccaccio nello stendere il suo manoscritto sta nel non essersi schierato con nessuna fazione mantenendo una posizione tra le classi neutrale, presentando pregi e difetti di ognuna; solo così avrebbe potuto perseguire nel secondo fine insito nel genere novellistico. Quest’ultimo difatti oltre a dilettare il pubblico, doveva fornire “utile consiglio” allo stesso. Secondo il progetto educativo boccaccesco un testo doveva contenere esempi di vizi, virtù, abilità e condizioni morali da seguire o evitare nello scorrere della vita. Tracciando quindi un catalogo dei caratteri positivi e negativi per l’uomo nelle sue 100 novelle, Boccaccio fornisce una minuziosa descrizione della società in cui ha vissuto.

Tema su Giovanni Boccaccio

TESTO ARGOMENTATIVO SU BOCCACCIO

Nitido risulta perciò il quadro di una classe mercantile intraprendente, astuta, perseverante, instancabile, libera da condizionamenti stilistici e capace di adattarsi alle varie situazioni. Di contro, mostra il lato negativo della stessa classe borghese come emblema della degenerazione della mentalità affaristica.1 Boccaccio accanto all’operoso e fine ceto mercantile, propone al lettore un insieme di quei tipici valori cortesi (magnanimità, liberalità e tolleranza), principi morali e ideali di vita propri della classe nobiliare. Di questa denuncia però lo spreco di tempo nell’ozio e di ricchezze nel lusso che conduce l’aristocratico al declino e all’emarginazione. Con lo scorrere delle novelle, si giunge a definire il Decameron come l’epopea di quel periodo in cui la vita cavalleresca e feudale della nobiltà si mescola con quella pulsante e fervida delle corporazioni artistiche e delle compagnie economiche, creando così un sistema socio-economico vivace ed esemplare.

Temi svoltiGuida al tema sull'adolescenzaGuida al tema sull'immigrazioneGuida al tema sull'amiciziaGuida al tema sul femminicidioGuida al tema sul NataleGuida al tema sui social network e i giovaniGuida al tema sui giovani e la crisi economicaGuida al tema sul rapporto tra i giovani e la musicaGuida al tema sulla comunicazione ieri e oggiGuida al tema sulla famigliaGuida al tema sull'amore e l'innamoramentoGuida al tema sull'alimentazioneGuida al tema sullo sport e sui suoi valoriGuida al tema sulle dipendenze da droga, alcol e fumoGuida al tema sulla ricerca della felicitàGuida al tema sul bullismo e sul cyberbullismoGuida al tema sulla globalizzazioneGuida al tema sul razzismoGuida al tema sulla fame nel mondoGuida al tema sull'eutanasia e l'accanimento terapeuticoGuida al tema sulla libertà di pensieroGuida al tema sulla mafia