La droga

Appunto inviato da pitagora91
/5

Tema svolto sulla droga: "Quali sono, secondo te, le cause che portano un ragazzo a drogarsi e i modi per uscire?" (2 pagine formato doc)

Penso che un ragazzo si avvicini alla droga per molteplici motivi: voglia di provare nuove emozioni, desiderio di non essere escluso da una compagnia durante una serata in discoteca, difficoltà ad affrontare la realtà.
Certo,anche le motivazioni sociologiche sono importanti. Più della metà dei drogati, secondo le statistiche, appartiene a famiglie in crisi: genitori separati, abitazione insufficiente, genitori violenti, ecc. In generale possiamo dire che nella droga si cerca qualcosa che ancora non si ha, cioè il drogato è una persona a cui manca qualcosa, anche semplicemente un po’ di amore. Purtroppo la sua famiglia, il suo ambiente, le persone che lo hanno incontrato non sono riusciti a comunicarglielo. Egli comincia così a criticare gli adulti che spesso, ed è vero, sono incoerenti o preoccupati solo dei soldi. Passa poi ad appartenere ad un gruppo di coetanei di cui far parte, identificandosi in esso. La droga allora può diventare simbolo di rifiuto della società adulta, usata come compenso e come strumento di cameratismo. Lo stato di euforia e di intontimento che si prova con l’assunzione di quelle sostanze non fa altro che amplificare quella sensazione di distacco da una realtà spiacevole. Molti, per fortuna, sono in grado di smettere da soli, senza progredire nell’assunzione di sostanze più pericolose.
Altri invece non ce la fanno, causando problemi di salute a se stessi, e sociali a tutta la comunità, diventando a loro volta spacciatori o semplici emarginati. Certamente la migliore cura sarebbe la prevenzione. La famiglia e la scuola possono fare molto affinché il ragazzo non sia invogliato a provare. Per esempio vale la pena che i genitori passino più tempo insieme ai loro figli, mettendo in secondo piano il lavoro o altre preoccupazioni economiche. Gli insegnanti dovrebbero imparare a parlare di pi