L'adolescenza

Appunto inviato da twix1
/5

Argomento analizzato: l'adolescenza, analizzato anche dal punto di vista psicologico. (3 pagine formato doc)

L'ADOLESCENZA L'ADOLESCENZA L'adolescenza è l'età della vita umana interposta tra la fanciullezza e l'età adulta, anche se è differentemente limitata nei due sessi, ma rappresenta per entrambi questi ultimi un'età fondamentale di sviluppi e cambiamenti.
Le modificazioni che avvengono in quest'arco di tempo sono di tipo somatico, neuroendocrino e psichico. Nel primo ordine si possono identificare tutti quei cambiamenti esteriori, come crescita,...; per quanto invece riguarda le mutazioni a livello neuroendocrino, esse sono causate dalla crescita di ormoni nel nostro sangue in seguito a stimoli ricevuti dal cervello; e infine per quanto riguarda le modificazioni ti tipo psichico, si possono raggruppare tutti quei cambiamenti del nostro comportamento, come le ansie per il futuro che ci attende o il rapporto con i genitori che cambia. Naturalmente ognuno di questi cambiamenti ha il suo ruolo importante per lo sviluppo dell'adolescente.
Ma l'adolescenza rappresenta talvolta per un ragazzo o per una ragazza un periodo non sempre del tutto facile perché si cominciano a considerare aspetti della vita o problematiche che nell'infanzia non erano mai state messe a fuoco. Tra le classiche ansie che possono crescere in un adolescente possiamo trovarvi la paura di essere brutti, che turba tuttora moltissimi ragazzi anche belli che si sottovalutano da soli, magari anche senza averne una buona ragione: molti studiosi e psicologi hanno trattato questo tipo di “ problema” come Françoise Dolto che afferma in una sua autobiografia che il fascino di una persona che magari non sia la più bella del mondo magari spesso può avere un valore di gran lunga maggiore rispetto a quello di una gran bellezza fredda e inespressiva. Tra le altre ansie significative si può considerare quella della paura per il futuro, la paura di crescere ed entrare a far parte del “monotono mondo degli adulti” come viene descritto in una pagina autobiografica del libro “Memorie di una ragazza perbene” da Simone de Beauvoir, o anche la paura di perdere le proprie amicizie. Molto significativa è anche la paura o magari la sensazione di sentirsi fuori posto, (analizzata da Gina Basso, in una pagina di diario), la paura di essere senza amici o addirittura in un mondo isolato. Certi adolescenti possono manifestare la loro ostilità verso l'approccio con il mondo adulto in maniera particolare come Luca, il ragazzino di cui racconta Alberto Moravia nel suo libro “La disubbidienza”, che sfoga la sua ansia in terribili attacchi d'ira durante i quali perde completamente il controllo delle proprie azioni. Ma talvolta l'adolescenza può riservare per alcuni ragazzi problemi effettivamente più seri, come malattie. Oltre alle malattie come tumori, negli adolescenti si possono manifestare delle malattie classificate come disturbi del comportamento alimentare quali l'anoressia e la bulimia. Queste malattie si diffondono più spesso nelle ragazze. Per quanto riguarda l