Articolo di giornale di opinione: esempio

Appunto inviato da joeappiah
/5

Esempio di articolo di giornale di opinione sul bosco: luogo di paura o d'avventura? (1 pagine formato pdf)

ARTICOLO DI GIORNALE DI OPINIONE

Articolo di giornale di opinione.
Consegna: Il bosco tra paura e avventura. Per voi cos'è il bosco: un luogo da brivido o di avventura? VALLE D'AOSTA-Ieri, 6 Marzo 2013, la classe 1A dell'istituto comprensivo Leonardo Da Vinci ha fatto un picnic in un parco nazionale. E' stato un'occasione di grande allegria, ma all'appello della docente, i ragazzi si sono accorti che mancava uno di loro: Mattia Grillo. L'ansia si è subito sparsa nel gruppo.
Pertanto è stata chiamata la polizia locale che è arrivata in quattro e quattr'otto. Sono state iniziate le ricerche. Qualcuno ha narrato che Mattia, appassionato di zoologia, aveva progettato giorni prima di avventurarsi nella selva del parco; qualcun altro ha sostenuto che il ragazzo, troppo assorto nella musica durante la gita, non si era reso conto dell'allontanamento dei suoi coetanei. Dopo ore di perlustrazione dell'area, il ragazzo è stato avvistato nella zona orientale della riserva naturale. Infreddolito, solo, è stato trovato dall'ispettore Anselmo verso le sette di sera e riportato sano e salvo nel hotel in cui lo attendevano l'insegnante e gli amici.
 

Articolo di giornale: esempio

ARTICOLO DI OPINIONE: ESEMPIO

Il ragazzo ha detto una sola frase al nostro inviato: “E' stata un'esperienza terribile, credevo di non uscire più vivo da quell'incubo!”
Fatto sta che perdersi in un bosco a quattordici anni per chissà quale motivo non è cosa di cui rallegrarsi. Ma il bosco è un posto di paura o di avventura? Questa è una domanda che si è sempre posta l'uomo. Il bosco nella mentalità collettiva è un luogo invalicabile, infestato da creature fantastiche e spiriti. Ad esempio per Dante “la selva oscura” è una dimensione buia e agghiacciante in cui rischierebbe di perdersi per sempre, un
intrico di alberi mostruosi paragonabile a un momento di peccato, da cui si salva con la ragione(il poeta Virgilio). Persino Frodo Baggins, il protagonista di “Il signore degli anelli”, che nasce dall'ingegno di J.R.R. Tolkien, si terrorizza quando sente parlare della “Vecchia Foresta”, un' antica selva “in cui tutto è vivo, in cui gli alberi ti osservano, ti scrutano e sussurrano fra loro, passandosi notizie e messaggi, complottando in un linguaggio inintelligibile”.
 

Articolo di giornale inventato

ARTICOLO DI GIORNALE SVOLTO INVENTATO

Al contrario il bosco può tramutarsi in un labirinto del caso e dell'avventura o in uno specchio dell'inconscio. Diventa il primo in “Orlando Furioso” di Ludovico Ariosto. Nel poema il bosco non è più simbolo del peccato ma teatro di irrefrenabili passioni, segno della mancanza dell'equilibrio dell'uomo: qui Orlando, un valoroso cavaliere impazzisce per il tradimento di Angelica e i cavalieri combattono fra di loro per inseguire una donna. La selva diventa, invece, uno specchio dell'inconscio in “Gerusalemme Liberata” di Torquato Tasso. L'eroe cristiano Rinaldo si imbarca in un'avventura e affronta la selva di Saron, che per incantesimi di una maga, appare ora incantevole ora orrenda e silenziosa. Grazie alla fede, Rinaldo riesce a resistere alle lusinghe della maga, dando prova di grande valore.