Concetto di confine, saggio breve

Appunto inviato da tamasss
/5

Diversi significati e definizione di confine. Saggio breve sul concetto di confine della maturità 2016, Tipologia D (2 pagine formato pdf)

CONCETTO DI CONFINE: SAGGIO BREVE

I confini.

Il mondo è pieno di confini: questi possono essere politici, come per le nazioni, naturali, ad esempio le catene montuose, concreti e artificiali, come i muri, o addirittura confini della ragione, ovvero i limiti mentali e psicologici di ogni individuo. La parola deriva dal latino confine, neutro dell'aggettivo confinis, ovvero ‘che ha un confine in comune’; oggi la prima cosa che ci viene in mente quando sentiamo questo termine è sicuramente una frontiera che divide due spazi, come due paesi, ma anche territori più piccoli, come campi o persino giardini.
L’uomo sin da quando ha iniziato la sua attività sedentaria ha sempre cercato di varcare i confini, sia per scoprire nuove terre, che per allargare il proprio dominio, o anche in ambito scientifico-tecnologico, per fare nuove scoperte e portare sempre più innovazioni. Prendiamo come esempio le colonne d’Ercole: queste rappresentavano non solo il limite assoluto del mondo allora conosciuto, ma anche il limite della conoscenza oltre il quale vi si trovava l’ignoto.

Come scrivere un saggio breve

SIGNIFICATO DI CONFINE

Nonostante tutte le paure che affliggevano l’uomo riguardo tutto ciò che per lui era sconosciuto, la voglia di conoscere la verità cresceva sempre di più, e ciò porto a costruire navi in grado di spingersi sempre oltre, in modo da rendere possibile ciò che si riteneva impossibile, il tutto sostenuto da un’irrefrenabile desiderio di conoscenza, scoperta e sapienza.

Il primo a varcare realmente questo confine fu Cristoforo Colombo, il quale cercando una rotta alternativa per le Indie si ritrovò nelle Americhe, ampliando così i limiti dell’epoca.
I confini sono anche i protagonisti di numerose guerre nella storia dell’uomo; basti pensare a tutte le cartine geografiche presenti sui libri di storia, che ogni volta presentano frontiere differenti da quelle precedenti.

Il sottile confine fra normalità e follia: tesina di maturità

DEFINIZIONE DI CONFINE

L’uomo ha applicato la sua voglia di superare i limiti non solo per il bene della scoperta e dell’innovazione, ma anche per il suo desiderio di essere superiore agli altri e di imporre la propria supremazia. Pensiamo solo all’impero romano, uno dei domini più vasti di tutti i tempi, che partendo da una piccola urbe popolata da contadini arrivò fino a comprendere un territorio che partiva dalla Spagna fino alla Mesopotamia, e dall’Inghilterra fino alla costa del Nord Africa e all’Egitto. Lo stesso impero chiamava i suoi confini col nome di limes, inteso come “linea di confine”, che gli separavano dal resto del mondo; per rinforzare questo limite, alcuni imperatori come Adriano e Antonino il Pio fecero costruire in Britannia dei muri per prevenire le incursioni da parte dei barbari, e dividere il proprio dominio dalle loro terre.