Confronti tra canzone all'Italia di Petrarca e di Leopardi

Appunto inviato da princessvale93
/5

Tema svolto (2 pagine formato doc)

TEMA
DUE CANZONI ALL’ITALIA
Il dolore profondo che Petrarca prova alla vista delle miserie della patri, erompe eloquente dal suo petto nella canzone all’Italia; l’orgoglio nazionale e l’odio ai barbari, sono vivissimi nell’animo del giovine poeta e costituiscono il motivo per cui egli sospira in rima.
Il processo di questa canzone è svolto con enfasi e segue la struttura e l’ordinamento proprio di una orazione ciceroniana. Il poeta intona i suoi sospiri con appassionate parole, e poi invoca il Benefattore dell’umanità che volga gli occhi al suo diletto almo paese e prega il divino Padre che il suo parlare, che è invero divino, intenerisca i cuori per vincere l’odio e le avversità. 


Come un oratore nella sua orazione, così il poeta fa il suo esordio in questa prima stanza; poi con maggior lena ed impeto passa a parlare ai giovani grandi italiani, i quali costituivano l’elemento più vivo del bel paese, da cui dipendevano la gloria e la virtù, la guerra e le empietà.
Getta uno sguardo al verde terreno, viene meno alla vista di quel diluvio strano (soldati tedeschi) che irrompe e inonda i dolci campi; e, con affettuoso piglio, esorta ad uscire dall’errore che lusinga gli italiani e così: Voi che reggete le belle contrade, non vi sentite stringere il cuore di pietà dinanzi al miserando stato in cui si trova ora la patria? 


.