Le rivoluzioni del settecento: saggio breve

Appunto inviato da tigrotta891
/5

Saggio breve storico sul confronto tra le rivoluzioni del settecento: rivoluzione americana, rivoluzione industriale e rivoluzione francese (1 pagine formato doc)

RIVOLUZIONI DEL SETTECENTO

Tema Storico. Il ‘700 è stato un secolo caratterizzato da profondi e significativi cambiamenti che hanno sancito le basi per l’attuale società moderna; queste diffusioni si ebbero in diversi campi: sociale, letterario e artistico, culturale, religioso, ecc..

in più esso fu caratterizzato dall’Illuminismo ( movimento letterario che ha come principio fondamentale l’esaltazione della ragione e il disprezzo dell’ignoranza) che divenne una “rampa di lancio” per la Rivoluzione Francese, ma anche per altre rivoluzioni come quella Industriale e quella Americana.
Nella Rivoluzione Francese ( ma anche nelle altre) si ebbe un vero e proprio miglioramento delle condizioni del popolo e del modo di governare: mentre prima il modo di vivere del popolo era molto penoso ed erano costretti a sopportare le pesanti ingiurie imposte loro dal Governo che si basava sulla Monarchia, ora esso, insorgendo, riuscì ad ottenere il libero esercizio di quei diritti di cui ne era possessore,ma che fino a questo momento non era in grado di metterli in pratica. Ciò accadde a causa delle ingenti spese militari sostenute, dall’enorme deficit provocato dalle inutili spese della Nobiltà e dalla cessione di tutte le colonie francesi all’Inghilterra.

Saggio breve sulla Rivoluzione americana

SAGGIO BREVE SULLE RIVOLUZIONI DEL SETTECENTO

Nella Rivoluzione Industriale si ebbero creazioni molto innovative che fecero sviluppare, in campo economico,demografico e sociale, le tecniche utilizzate in Inghilterra.

In campo economico le invenzioni più importanti furono la macchina a vapore, il modo di gestire le aziende, la creazione di nuove fabbriche e la nuova divisione del lavoro; in ambito demografico, grazie alle nuove tecniche utilizzate, si verificò un elevato incremento della popolazione, essa infatti aumentò del 60-70 % circa; mentre, in campo sociale, il potere non era più della nobiltà, il quale sperperava le ricchezze ereditate, ma di una nuova classe sociale: la BORGHESIA. Tutti questi processi fecero sì che l’Inghilterra diventasse una delle maggiori potenze mondiali.
Per quanto riguarda la Rivoluzione Americana, essa avvenne perché il popolo delle colonie era stanco di sottomettersi alle condizioni dettate loro dalla Gran Bretagna. La loro ribellione accadde per via dei pagamenti elevati delle spese, il divieto di produrre beni che compravano dall’Inghilterra e per via dell’esistenza del monopolio. Alla fine,la goccia che fece traboccare il vaso fu l’introduzione del pagamento di una nuova imposta sui giornali.

Rivoluzione americana e francese a confronto: saggio breve

IL SETTECENTO SECOLO DELLE RIVOLUZIONI

Da ciò si ebbe l’inizio vero e proprio della rivolta che si concluse con l’ottenimento dell’Indipendenza dalla Gran Bretagna e l’istituzione della Dichiarazione d’Indipendenza, un documento che conteneva i diritti fondamentali di qualsiasi cittadino e un modello a cui si baseranno le successive Dichiarazioni.
Tutti questi grandi eventi, verificati negli anni passati, hanno fatto in modo che ci sia stato un radicale miglioramento nella nostra epoca poiché la nostra libertà di espressione, di pensiero e di libero esercizio dei nostri diritti è dovuta a tutte quelle persone che, in un modo o nell’altro, si sono sacrificate per la creazione di un mondo migliore, poiché è la conoscenza degli episodi avvenuti che deve portare qualsiasi nazione al miglioramento di essa; infatti un famoso scrittore e filosofo latino, Cicerone, affermò : … “ HISTORIA MAGISTRA VITAE” che tradotto significa “ La Storia è la maestra di vita”.

Rivoluzione americana e nascita degli Stati Uniti d'America: cronologia, battaglie e protagonisti