La crisi economica attuale: tema

Appunto inviato da leolaneve
/5

Tema svolto sull'attuale crisi economica e sul fallimento del sistema bancario (2 pagine formato doc)

CRISI ECONOMICA ATTUALE: TEMA

La crisi economica e il fallimento del moderno sistema bancario.

L'attuale crisi economica che, ormai noi tutti, stiamo vivendo è la chiara conseguenza che l'odierno sistema finanziario e bancario mondiale non funziona. Molti danno la colpa a tutto questo al capitalismo e alla devastante ondata di liberismo, guidata da quei potentissimi uomini d’affari, i quali, non curandosi delle possibili ripercussioni sull’economia reale e quindi delle crisi che si sarebbero avute all’interno dei vari settori produttivi come l’industria, hanno cercato solo di giungere all’accumulazione di ricchezze personali, mediante operazioni speculative e spesso fraudolente.

Chiaro esempio ne è stata la famosa crisi dei mutui negli Stati Uniti. Le banche avevano ormai fatto diventare una pratica comune la cessione di mutui per l’acquisto di immobili a persone che erano chiaramente impossibilitate ad estinguere il debito.

Questo tipo di pratica si era così tanto diffusa che i suddetti crediti avevano addirittura acquistato la denominazione di  mutui subprime o NINJA ( No Income, No Job or Asset  = Nessun Reddito, Nessun Lavoro stabile o Garanzia Finanziaria), proprio a sottolinearne  l’alto rischio.

Crisi economica attuale italiana: tema svolto

CRISI ECONOMICA TEMA

Ma nel momento in cui, chi aveva contratto il debito, si vide alzare i tassi di interesse, capì che non sarebbe stato più in grado di sostenere  il pagamento delle rate. Infatti questo avvenne e le banche procedettero immediatamente alla confisca dei vari immobili.

Ma gli istituti bancari per evitare processi di svalutazione degli immobili, cioè rilevanti perdite di valore che in realtà, poco dopo, ci furono e come, si tutelarono cartolarizzando questi crediti. Ciò significa che le banche trasformavano i prestiti concessi in obbligazioni, vendute, a loro volta, ad altre banche o istituti con il futuro pagamento degli interessi come garanzia. In realtà questi interessi non furono mai completamente pagati, perché i vari debitori non riuscivano ad estinguere il proprio mutuo.

Intanto la banche stavano accumulando beni reali (gli immobili confiscati) e la liquidità interna aumentava grazie alla vendita di queste obbligazioni, che avevano così arricchito i già starpotenti istituti bancari centrali e indebolito chi li aveva acquistati.

Il problema principale sta nel fatto che la politica non si è mai interessata a regolamentare il sistema finanziario e bancario o peggio, come avviene negli Stati Uniti, si parla di deregolamentazione dai tempi  del governo Regan in poi.

Tema sulla crisi economica del 2008: cause e conseguenze

CRISI ECONOMICA ITALIANA CAUSE

In teoria si può affermare che una delle principali cause della povertà siano le banche. Naturalmente questo tipo di ragionamento non sempre rispecchia perfettamente la realtà, anche perché le motivazioni di complessi fenomeni come la povertà sono molteplici. Ma l’azione degli istituti bancari influisce notevolmente su alcuni processi come l’inflazione.

Da circa 3 secoli le Banche Centrali hanno eroso ai singoli Stati il potere fondamentale di emettere la moneta, come la BCE o la statunitense Federal Reserve che, celandosi sotto la parvenza di istituzioni pubbliche, sembra che curino  gli interessi dei soli gruppi privatistici. Ad esempio il 17% del capitale della BCE è gestito dalla Banca d’Inghilterra, che in realtà con l’euro non ha molto a che fare, visto che proprio il Regno Unito è stato una di quei pochi Paesi della UE che non ha aderito alla moneta unica.

In ogni caso queste banche tramite quello che può essere definito il monopolio della massa monetaria, possiedono la capacità di indebitare interi Paesi sotto la morsa del debito pubblico.

Inoltre questo banche, modificando il tasso di interesse dei prestiti fatti alle altre banche commerciali, influenzano, a loro volta, i tassi di interesse relativi al credito fatto ai cittadini.

Tema sulla crisi economica e sociale