Gabriele d'Annunzio: tema svolto

Appunto inviato da crezia91
/5

Tema sul Decadentismo e Gabriele D'Annunzio (2 pagine formato doc)

GABRIELE D'ANNUNZIO: TEMA SVOLTO

Tema.

Gabriele D’Annunzio - Il famoso poeta Gabriele D’Annunzio, nato a Pescara nell’anno 1863, si contraddistinse per la sua vita straordinaria  che doveva riprodurre una vera e propria opera d’arte, nella quale riuscì continuamente tenere viva l’attenzione sulla propria persona. Pure la sua dibattuta aderenza al movimento fascista è stata di recente ridimensionata in modo critico e esaminata soltanto funzionale al suo vivere unico.    
Gabriele D’Annunzio non tralasciò mai il puro sentimento che manifestava per la letteratura, e non appoggiò mai il suo lavoro di poeta in secondo piano rispetto alla vita salottiera.
In effetti, egli rispetta in toto le regole dell’estetismo, mostrandolo attraverso una continua ed infaticabile ricerca del bello, dell’elegante e del grandioso. La poesia fu da lui studiata secondo un gusto di raffinata elegantezza, ed comunicata inseguendo quelle disposizioni alla melodia, specifiche del simbolismo francese, che prediligeva il suono delle parole al loro effettivo contenuto.    

Tema su Gabriele d'Annunzio

TEMA D'ANNUNZIO TERZA MEDIA

In campo narrativo, la produzione di D’Annunzio fu alquanto vasta. Già nell’anno 1882 nacque un capolavoro come “Terra vergine”, dai suoni lirici evidenziati, pur se di derivazione verista. Del 1884 è “Il libro delle vergini”, del 1886 “San Pantaleone”, tutte le raccolte di novelle piuttosto vicine al naturalismo francese, liberate però da ostacolanti contenuti ideologici e da risvolti sociali, che successivamente faranno parte del volume “Le novelle della Pescara”, dell’anno 1902. Il suo primo romanzo fu “Il piacere”, scritto nel 1889 e rimasto sicuramente il più popolare.    
Protagonista di quest’ultimo romanzo è Andrea Sperelli, tormentato tra l’amore di due donne tra loro contrapposte, completamente differenti, come il giorno e la notte, di nome Elena Muti e Maria Ferres.

Tema su d'Annunzio

TEMI SU D'ANNUNZIO E DECADENTISMO

Il protagonista è un personaggio chiave della letteratura decadente italiana, somigliante per molti aspetti  al Dorian Gray del Ritratto di Oscar Wilde. Nel 1891 seguì “Giovanni Episcopo” e l’anno seguente fu la volta dell’”Innocente”, due romanzi nei quali è chiara l’ influenza compiuta dai narratori russi sull’autore. Nel 1894 è “il trionfo della morte”, un romanzo che conduce le prime impronte della progettazione dannunziana del superuomo, tema che sarà poi combattuto largamente nel romanzo successivo, “Le vergini delle rocce”, nel 1895. Nel 1900 scrisse “Il fuoco” fluito dalla relazione dell’autore con Eleonora Duse, nel quale gli ideali estetizzanti di D’Annunzio vengono pienamente pronunciati tramite i protagonisti.    
Nel 1910 scrisse l’ultimo romanzo, “Forse che sì forse che no”, fondato sulla figura di un pilota, che dischiude alla narrativa italiana la sorgente civiltà delle macchine. Successivamente, D’Annunzio scriverà prose di riflessione e di ricordi, come “Notturno”, “Le faville del maglio” e “Il libro segreto”, in cui sia per l’essenzialità della prosa, sia per una più segreta capacità di guardarsi dentro e di esprimersi, si svela più  profondo e moderno.

Temi svoltiGuida al tema sull'adolescenzaGuida al tema sull'immigrazioneGuida al tema sull'amiciziaGuida al tema sul femminicidioGuida al tema sul NataleGuida al tema sui social network e i giovaniGuida al tema sui giovani e la crisi economicaGuida al tema sul rapporto tra i giovani e la musicaGuida al tema sulla comunicazione ieri e oggiGuida al tema sulla famigliaGuida al tema sull'amore e l'innamoramentoGuida al tema sull'alimentazioneGuida al tema sullo sport e sui suoi valoriGuida al tema sulle dipendenze da droga, alcol e fumoGuida al tema sulla ricerca della felicitàGuida al tema sul bullismo e sul cyberbullismoGuida al tema sulla globalizzazioneGuida al tema sul razzismoGuida al tema sulla fame nel mondoGuida al tema sull'eutanasia e l'accanimento terapeuticoGuida al tema sulla libertà di pensieroGuida al tema sulla mafia