Tema su Don Abbondio e Federigo Borromeo: due personalità a confronto

Appunto inviato da matyt
/5

Tema sul confronto tra le due figure del romanzo manzoniano: Don Abbondio e Federigo Borromeo (1 pagine formato doc)

DON ABBONDIO E FEDERIGO BORROMEO: DUE PERSONALITA' A CONFRONTO

Don Abbondio e Federico Borromeo: due personalità a confronto
Nei personaggi dei Promessi Sposi la religiosità assume svariate forme, si incontrano figure giudicate "negative" (da un punto di vista prettamente religioso) dal Manzoni, come la Monaca di Monza e Don Abbondio, e altre giudicate "positive", come Fra Cristoforo e il Cardinale Federigo Borromeo, anche se molto differenti tra loro, che rispecchiano l'ideale di religiosità dell'autore stesso.
Il primo ecclesiastico che compare nel romanzo è Don Abbondio, curato nel paese in cui vivono Lucia ed Agnese.

E' un uomo dominato quasi patologicamente dalla paura, “Non era un cuor di leone” scrive il Manzoni, per usare una litote.

Cardinale Borromeo e Don Abbondio: tema

CONFRONTO TRA IL CARDINALE E DON ABBONDIO

Dalla sua ripetitività quasi patologica esce il ritratto di un uomo sfatto dalla paura, che  impegna tutta la sua vita ad evitare uomini potenti e vendicativi che potrebbero turbare la menzogna che si è creato.

In una società in cui bisognava farsi largo con forza, don Abbondio accorgendosi di non aver né coraggio né denaro né qualcosa per cui essere rispettato, aveva ubbidito ai parenti che volevano che seguisse la carriera ecclesiastica, e che carriera! Preticello di un paese lontano da dio e dagli uomini, tutto per amore della calma: non aveva neanche pensato agli obblighi e ai fini della vita ecclesiastica, la sua scelta era condizionata semplicemente dal fatto che sarebbe così entrato a far parte di una classe rispettata e avrebbe potuto godere di una vita più o meno calma.
La sua figura rappresenta una critica al limite del tragicomico, mostrandoci questo uomo completamente privo di ogni potere decisionale, un verme senza spina dorsale.


Più che affrontare i problemi, li allontanava con un calcio (proprio come il ciottolo sul vialetto sulla via di casa) e non prendeva mai posizioni ben definite.
Don Abbondio è un uomo schiavo dalla società in cui vive: in un mondo dove la legge non è quella civile e nemmeno quella canonica, ma quella del più forte, quest’uomo per amore della “quiete” si rassegna a non vivere,  pur di non rischiare la propria vita.

Cardinale Borromeo: caratteristiche

FEDERIGO BORROMEO: DESCRIZIONE

Il Cardinale invece fonda il suo potere sull'affermazione della sua autorevolezza. La sua vita fu costantemente tesa ad uno scopo, quello religioso, ma non aderì alla religione per folgorazione mistica o per abitudine familiare, ma anzi, operò una scelta razionale e la sua accettazione al cattolicesimo fu il risultato di una lunga meditazione. Nonostante il tenore di vita elevato,  si dedicò all'insegnamento della dottrina agli emarginati e ad aiutare i poveri e i bisognosi; per lui le rendite ecclesiastiche erano proprietà dei poveri e non esitava ad aiutare coloro che avevano bisogno di denaro, se la loro causa gli appariva giusta. Era un uomo generoso, benefico e liberale, ma allo stesso tempo era anche severo e brusco. I suoi modi erano cortesi e soavi e anche per questo era molto ammirato.

Temi svolti| Guida al tema sull'adolescenza| Guida al tema sull'immigrazione| Guida al tema sull'amicizia| Guida al tema sul femminicidio| Guida al tema sul Natale| Guida al tema sui social network e i giovani| Guida al tema sui giovani e la crisi economica| Guida al tema sul rapporto tra i giovani e la musica| Guida al tema sulla comunicazione ieri e oggi| Guida al tema sulla famiglia| Guida al tema sull'amore e l'innamoramento| Guida al tema sull'alimentazione| Guida al tema sullo sport e sui suoi valori| Guida al tema sulle dipendenze da droga, alcol e fumo| Guida al tema sulla ricerca della felicità| Guida al tema sul bullismo e sul cyberbullismo| Guida al tema sulla globalizzazione| Guida al tema sul razzismo| Guida al tema sulla fame nel mondo| Guida al tema sull'eutanasia e l'accanimento terapeutico| Guida al tema sulla libertà di pensiero| Guida al tema sulla mafia