Giuseppe Ungaretti e "L'Allegria"

Appunto inviato da princessvale93
/5

Tema svolto riguardante la poetica di Ungaretti all'interno della raccolta di liriche "L'Allegria" (2 pagine formato doc)

Giuseppe Ungaretti (1888-1970) intraprese la sua formazione in Africa, dove ebbe modo di frequentare giovanissimo gli ambienti anarchici e socialisti degli immigrati italiani, e poi proseguì gli studi in Francia, dove venne a contatto con gli ambienti culturali simbolisti.
L’esperienza bellica vissuta direttamente al fronte nella Prima guerra mondiale segnerà indelebilmente la sua vita e la sua poesia.

La poetica di Ungaretti si inserisce nella ricerca della poesia “pura” e la tecnica e le forme da lui adoperate lo fanno stimare come maestro dell’ermetismo.


La sua poesia si pone come scopo la conoscenza dei duplici aspetti della realtà, quello interiore e quello esteriore. Tale ricerca viene effettuata attraverso l’analogia istintiva: Ungaretti trovò il proprio canone espressivo riscoprendo l’essenzialità della nuda parola e ricollegandola all’immediatezza della sua origine.

Il più grande merito del poeta è stato quello di aver realizzato una nuova forma per la poesia, una perfetta fusione tra tradizione e innovazioni, che allo stesso tempo salta e annulla la parola.
.