Io e te: commento

Appunto inviato da eleonoraavella Voto 5

Io e te di Niccolò Ammaniti: commento (1 pagine formato doc)

 

IO E TE: COMMENTO

Io e te di Niccolò Ammaniti. Lorenzo è un quattordicenne introverso e un po’ nevrotico che sta attraversando il periodo adolescenziale. È un ragazzo che potrebbe avere tutto ma che in realtà non ha bisogno di niente, è come una pianta grassa, cresce in silenzio, gli basta poco e non disturba nessuno. Lorenzo non riesce ad inserirsi nella complessità del mondo reale e per essere accettato dagli altri recita, finge di essere una vespa quando in realtà è una mosca innocua. Lorenzo ha una sorellastra Olivia. Olivia è una ragazza di ventitré anni, Lorenzo la ricorda come una di quelle ragazze che quando le guardi ti si infuoca la faccia e tutti capiscono che la trovi bella; faceva finta di fare la fotografia ma in realtà combinava solo guai. Olivia è figlia del padre di Lorenzo ma i due non vanno molto d’accordo, la ragazza porta odio e rancore nei confronti del padre che sembra sempre troppo serio quando si trova in sua compagnia:” forse perché sono la prova vivente di una storia tutta sbagliata e ogni volta che mi pensi ti torna in mente la stronzata che hai fatto a sposarti con mia madre. Io però non ho colpa di questo […] ho pensato che se dovessi scrivere un libro che racconta la mia vita, il capitolo su di te lo chiamerei << diario di un odio >> […] comunque devo imparare a non odiarti […] ti ho odiato troppo, senza risparmiarmi.
 

Io e te di Ammaniti: riassunto

IO E TE DI AMMANITI: COMMENTO

Sono stanca di farlo.” Anche Olivia è una ragazza che potrebbe avere tutto, ha un bel lavoro, è bella ma preferisce rifugiarsi nella droga. Le storie di questi due ragazzi sono molto diverse, ma un giorno le loro vite si intrecciano, improvvisamente Olivia piomba nella vita di Lorenzo sconvolgendola. Lorenzo detesta passare del tempo con gli altri e recita per essere accettato: “ più mi inscenavo nella farsa più mi sentivo diverso. Il solco che mi divideva dagli altri si faceva sempre più profondo. Da solo ero felice, con gli altri dovevo recitare. “ queste parole evidenziano il problema di Lorenzo, recita a scuola e anche a casa. Egli è consapevole di non essere come lei vorrebbe. Con Olivia getta via la maschera di ape e dimostra il suo vero essere: una mosca innocua che con la sorella fa anche una tra le cose che odia maggiormente, ballare:” Ecco la cosa che odiavo di più, ballare. Ma quella sera invece ho ballato e mentre ballavo una sensazione nuova, di essere vivo mi toglieva il fiato. Tra poche ore sarei uscito da quella cantina.
 

IO E TE: RIASSUNTO E COMMENTO

E sarebbe stato di nuovo tutto uguale. Eppure sapevo che oltre quella porta c’era il mondo che mi aspettava e io potevo parlare con gli altri come fossi uno di loro. Decidere di fare le cose e farle. Potevo partire. Potevo andare in collegio. Potevo cambiare i mobili della mia stanza.” Lorenzo odia anche gli schemi:” nasci, vai a scuola e muori. Chi aveva deciso che quello era il mondo giusto? Non si poteva vivere diversamente?” Un’altra cose che odia sono le fini:” nelle fini le cose si devono sempre, nel bene o nel male, mettere a posto.” E davanti alla sorella con una delle sue crisi d’astinenza, prendendosi di coraggio, esce dalla cantina, rischiando di essere scoperto, per recarsi in ospedale dalla nonna a prendere dei sonniferi. Lorenzo vuole cambiare la fine del destino della sorella. Egli è cambiato, il confronto con la sorella, veramente malata, e il senso di protezione nei suoi confronti, lo hanno fatto crescere. Olivia è riuscita a fargli gettare la maschera di adolescente difficile e accettare il gioco caotico della vita.