Lettera ad un amico drogato

Appunto inviato da markodima
/5

Lettera piena di considerazioni e riflessioni su quello che è il problema "droga" oggigiorno e con brevi cenni sugli effetti devastanti di essa (3 pagine formato doc)

Caro Gerardo,

ultimamente ho appreso, da alcuni amici in comune, che stai frequentando una compagnia poco raccomandabile, dove la droga è di uso quotidiano.
Essendoti amico, voglio provare a cercar di farti ragionare, facendoti capire i gravi danni che provoca, e che ha già provocato, la droga sul nostro organismo.

La droga, infatti, costituisce da alcuni decenni e da alcune generazioni, un problema per giovani, genitori, educatori, famiglie. Soltanto nel 2001, i morti per droga in Italia sono stati 822. La droga provoca danni irreversibili al cervello, genera dipendenza fisica e psicologica difficile da trattare; sono sostanze che comunque, mettono in grave pericolo la salute di chi ne fa uso. Eroina, cocaina ed ecstasy, sono queste le droghe più usate tra i giovani d'oggi.
Pensa che l'eroina, soltanto dopo circa cinque ore che l'hai usata, provoca agitazione, dolori diffusi e soprattutto un bisogno che piano piano diventa sempre più incontenibile di prendere un'altra dose, e che l'uso prolungato di eroina produce una progressiva debilitazione fisica.