Tema sul libro

Appunto inviato da valeriobello
/5

Breve tema svolto sulla storia del libro: la scrittura, la lettura e l'importanza del libro (1 pagine formato doc)

TEMA SUL LIBRO

Il libroL’invenzione del linguaggio scritto, fu sicuramente una grande conquista per l’uomo; pensieri, storie, ma anche semplici appunti potevano avere vita più lunga su di un pezzo di carta o su qualsiasi cosa in grado di essere scritta… Poi alle pergamene ed ai singoli fogli subentrò il libro…Da scritto a mano e per pochi eletti, con l’invenzione della stampa (Gutenberb) ci fu una diffusione (come è giusto che fosse) anche alle classi meno abienti, ma non meno interessate alla lettura.

Il libro entrò finalmente nella vita dell’uomo, determinato a rimanerci, forse per sempre.
Grazie ad un “bel testo” siamo in grado di imparare, di conoscere storie di persone, di fatti magari non attuali ma che all’interno di esso sembrano accaduti ieri; aprire un libro è come spalancare una finestra sul mondo, mettersi a confronto con uno scrittore vissuto anche cinquanta anni fa e distante, forse, migliaia di chilometri da noi.

Storia del giornale in Italia: relazione

TEMA SUI LIBRI E LETTURA

Entrare in una libreria e scegliere un testo è paragonabile a prendere una decisione importante; si cerca una trama simile alla nostra vita, ai nostri sogni, oppure del tutto diversa in modo da distoglierci dai nostri problemi. Alcune volte possiamo finire di leggere un romanzo prima di arrivare all’ultima pagina, mentre altre, possiamo continuare la lettura anche dopo la fine, cercando di interpretare a fondo il suo messaggio. Ma la questione deve essere guardata anche dal punto di vista dello scrittore…

Cosa sono i mass media

IL VALORE DEI LIBRI

Per lui un libro è come un figlio, frutto della voglia di trasmettere qualcosa. Scrivere, significa gridare ad una folla attenta a quello che si dice e pronta a raccogliere un insegnamento. Un libro ha illimitati aspetti e significati, tanti quanti sono le parole contenute in esso; ognuno è libero di interpretarlo a modo suo. È come se ogni scritto avesse una anima che ci rimane a fianco, anche se il suo ”corpo” è ormai chiuso in una libreria o in un cassetto, con il suo messaggio “latente”che non attende altro che entrare nella vita di un’altra persona.