Il movimento Punk: saggio breve

Appunto inviato da punka13
/5

Saggio breve completo di dossier con vari articoli e testimonianze riguardante il movimento Punk: significato, abbigliamento e musica (4 pagine formato doc)

IL MOVIMENTO PUNK: SAGGIO BREVE

Dossier per il saggio breve.

“Alle Spalle, Solo Macerie”. La musica punk nasce, a parere di chi scrive, non soltanto dalle rovine di ciò che l’aveva preceduto (ciclo di lotte ormai esaurito, repressione dilagante, movimento di crisi…) ma anche da un fermento; dal fermento di una nuova trasformazione, di un nuovo processo di opposizione all’esistente illusorio che sperimenta ancora, seppur con la propria rinnovata peculiarità, la voglia di dire no, di non accettare l’omologazione dominante, il conformismo dilagante, il futuro rassicurante. Il punk si situa in uno spazio temporale preciso e non vuole accettare la scomparsa delle controculture, del loro potenziale destabilizzante e della tensione a delegittimare il potere costituito.
[…] Il punk nasce in un periodo ancora votato al grande rifiuto, al NO gridato senza perdere la voce, nella consapevolezza che sarebbe stato mille volte meglio urlare “no future” anziché accettare la rassegnazione della sopravvivenza. [Mr Natural (Giancarlo Mattia), intervento scritto nel settembre 2006]

Tesina sulla storia del punk inglese


PUNK ABBIGLIAMENTO

Bene… ora invece si parla di punk, però è chiaro che io sono sempre me stessa, con le stesse influenze e gli stessi percorsi… Punk, quindi…
Il testo che segue però non l’ho scritto io. L’ha TRASCRITTO Philopat, ma io non l’ho SCRITTO. Nel senso che invece di scriverlo, l’ho detto, declamato, recitato, parlato. Allora, se quella è la scrittura transgender, che però io riconosco anche in quello che segue, questa forse è la forma della SCRITTURA PUNK.
Certo, non l’abbiamo inventata noi. Andy Warhol fece un libro, o meglio lo fecero le sue ragazze della Factory, mettendo insieme ore di registrazioni di discorsi e discussioni tra Andy e la gente che appunto stava lì in giro alla Factory stessa. Le trascrissero e ci fecero questo libro, intitolato A, titolo pieno di significati simbolici, anche se, come sempre, la verità è molto più prosaica, dato che stava per Amphetamine.
Adesso gli storici della letteratura e i pallosi professori austriaci sostengono che quel libro segna l’inizio del movimento “avant pop”. A me di questo non importa. Quello che importa è che quella forma di scrittura, politica e artistica insieme, era la più adatta a documentare una controcultura, ben di più che un serioso saggio di sociologia.

Nascita del Rock: riassunto


PUNK MUSICA

La forma orale non necessita di una traduzione perché è autodescrittiva, e definisce automaticamente il contesto. Quindi, avant pop o che altro, io credo che questa forma sia davvero la più adatta a raccontare il punk. Il flusso dei nostri pensieri, delle nostre esperienze, fuso con l’analisi in tempo reale, perché è frutto di un’esperienza diretta e non del confronto fra teorie intellettualizzate e lette in altri libri invece che vissute.
Quello che segue è il mio contributo, il mio racconto orale: la mia esperienza.