Pavese e La luna e i falò: tema

Appunto inviato da psycolucy86
/5

Pavese e La luna e i falò: tema e commento dell'opera, accenno alla vita e al pensiero di Pavese (2 pagine formato doc)

PAVESE E LA LUNA E I FALO': TEMA

Cesare Pavese nacque a Cuneo nel 1908.

Dopo essersi laureato in lettere nel 1930, prima della guerra, insegnò inglese collaborò alla rivista “La cultura”, pubblicando saggi sulla letteratura americana. Durante gli anni del regime fascista la rivista fu chiusa e Pavese condannato a tre anni di confino; sono anche gli anni in cui esce Lavorare stanca (1936), la sua prima raccolta di versi. Dopo la guerra continua la sua attività da scrittore e collabora intensamente con la casa editrice Einaudi per la quale contribuirà, grazie alle traduzioni di autori americani, a sprovincializzare la cultura italiana.
Nel corso degli anni si approfondisce un’amara riflessione esistenziale capace di dettare le liriche di Verrà la morte e avrà i tuoi occhi (1950) ma che resterà intrisa di un dolore profondo che non troverà risposte. Dopo tre mesi dalla pubblicazione di La luna e i falò (1950) Cesare Pavese si suicidò a Torino.
Il passo preso in esame è tratto dal romanzo “La luna e i falò”, questo passo, che è l’inizio del libro, trasmette subito un senso di incertezza, di ricerca delle proprie radici e il ricordo dell’infanzia.

La luna e i falò: riassunto

LA LUNA E I FALO': COMMENTO

Nelle prime pagine di questo romanzo si trova il mito legato all’età infantile, tema su cui Pavese aveva condotto degli studi e appoggiava l’affermazione di Gian Battista Vico; il quale sosteneva che l’infanzia è l’età in cui si creano i miti. Pavese è convinto che la vita sradica le persone dai luoghi e dai miti dell’infanzia, e da ciò deriva la sensazione di solitudine e la voglia di tornare.
Infatti il libro inizia con il racconto in prima persona di quest’uomo quarant’enne che, tramite continui flashback e riflessioni sul passato e sulla sua origine, racconta la sua infanzia, la sua storia.
Il narratore è interno alla storia e coincide con il protagonista che partecipa emotivamente alle vicende, esprime giudizi, rievoca ricordi.
Finita la guerra il protagonista (di cui si dice solo il nome il soprannome di ragazzino “Anguilla”) torna all’età di 40 anni nella sua terra, le Langhe, abbandonata venti anni prima per cercare fortuna negli Stati Uniti.

La luna e i falò: recensione

LA LUNA E I FALO': COMMENTO PERSONALE

Molte cose sono cambiate da quando lui se ne è andato, ma si rende conto che altre cose sono rimaste uguali specialmente la mentalità contadina, i luoghi e anche i piccoli particolari che rivede in quei luoghi; questi elementi gli suscitano un ritorno con la memoria all’infanzia; così Anguilla inizia a raccontarsi.
Lui era un “bastardo”; cioè era un bambino abbandonato, sugli scalini del duomo di Alba, era stato accolto dall’ospedale, dove una famiglia poverissima lo avevo adottato con lo scopo di ricevere la mesata (un contributo di cinque lire) dal comune. L’infanzia di Anguilla era trascorsa tra lavoro e povertà. Tornando in quei posti ricordava i suoi genitori adottivi Virgilia e Padrino, una famiglia poverissima, di dannati; la casa di Gaminella; le sue sorellastre, l’infanzia trascorsa con loro, le esperienze condivise insieme; e il momento in cui scopre di non essere fratello di sangue.

Temi svoltiGuida al tema sull'adolescenzaGuida al tema sull'immigrazioneGuida al tema sull'amiciziaGuida al tema sul femminicidioGuida al tema sul NataleGuida al tema sui social network e i giovaniGuida al tema sui giovani e la crisi economicaGuida al tema sul rapporto tra i giovani e la musicaGuida al tema sulla comunicazione ieri e oggiGuida al tema sulla famigliaGuida al tema sull'amore e l'innamoramentoGuida al tema sull'alimentazioneGuida al tema sullo sport e sui suoi valoriGuida al tema sulle dipendenze da droga, alcol e fumoGuida al tema sulla ricerca della felicitàGuida al tema sul bullismo e sul cyberbullismoGuida al tema sulla globalizzazioneGuida al tema sul razzismoGuida al tema sulla fame nel mondoGuida al tema sull'eutanasia e l'accanimento terapeuticoGuida al tema sulla libertà di pensieroGuida al tema sulla mafia